Civati, Corrado: “Dal piano nazionale dell’energia al piano nazionale del conflitto di interessi. Calenda chiarisca sulla scelta della Boston Consulting Group”

Questi erano i Governi (il ministro responsabile è sempre Calenda) che dovevano riscrivere la Strategia energetica nazionale. Ma a quanto si apprende stanno riscrivendo solo la strategia del conflitto di interessi nazionale. Il Ministro ha infatti affidato la consulenza su questo progetto a una società esterna, la Boston Consulting Group nella quale lavorava, fino a pochi mesi fa, proprio il capo segreteria del Ministro Calenda, Francesco Cuccia, e che annovera tra i propri clienti diverse aziende del settore energetico .
In tempi di spending review e di continui tagli, appare assolutamente incomprensibile il perché di una tale scelta, visto che in Italia ci sarebbero agenzie come l’Enea, il GSE e il CNR in grado di lavorare sul tema dell’energia senza spreco ulteriore di risorse pubbliche.

Quali sono stati i criteri di selezione che hanno portato alla scelta del Boston Consulting Group? Perché non è stato fatto un bando? Chiederemo al ministro Calenda di riferire su questo tema in Parlamento.

Basta operazioni opache al servizio degli amici.

 

Giuseppe Civati
Annalisa Corrado

  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati