Scuola

#

14 Lug: Due anni di Buona scuola possono bastare

La Scuola Pubblica Statale è in ginocchio, sommersa di burocrazia, privata di fondi strutturali che sempre in maggiori quantità vengono indirizzati alle scuole private, affossata da meccanismi farraginosi che regoleranno il reclutamento degli insegnanti
#

18 Apr: Scuola: la continuità dell’esclusione

Nelle pieghe delle deleghe alla legge 107 il governo inserisce un provvedimento che va nella direzione opposta a quella dell'inclusione, facendo in modo che l'insegnante di sostegno precario venga confermato di anno in anno su richiesta dei genitori dello studente certificato secondo la legge 104, come se fosse semplicemente un assistente specialistico alla persona e non un docente dell'intera classe assegnato per la presenza di bisogni educativi speciali. Si tratta di uno stravolgimento del ruolo e delle funzioni dell'insegnante di sostegno.
#

02 Mar: Scuola: continua la campagna di ascolto di Possibile

Conclusa la Costituente delle Idee, in cui al panel sulla scuola abbiamo presentato l’analisi di un primo campione di risultati pervenuti, invitiamo nuovamente studenti, genitori, personale della scuola e tutti i cittadini a compilare il questionario su una Scuola Possibile, impegnandoci ad una restituzione dei dati e delle proposte raccolte.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

22 Feb: Scuola: partiamo dall’ascolto

Ci siamo posti l’obiettivo di capire, a più di un anno dall’entrata in vigore della “Buona scuola”, quali siano state le ricadute della riforma sulla vita dei cittadini italiani, o almeno di quali essi siano consapevoli.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

21 Feb: Quella comunità chiamata “scuola” (che non ha nulla a che fare con la “Buona scuola”)

“I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi”, recita l’art. 34. Forse è questo il ruolo della scuola: parificare i punti di partenza, abbattere le disuguaglianze. Ed è per questo che non possiamo permetterci di perderne neppure uno, di questi bambini, di questi ragazzi. Perché il punto di partenza della società di quel “domani” che ormai tanti giovani faticano a vedere, è quella comunità inclusiva che non lascia nessuno indietro, che non abbandona ma recupera.

  •  
  •  
  •  
  •  
#

06 Feb: Scuola: le prove equipollenti sono un enorme salto indietro nel tempo

Settantamila studenti diversamente abili che frequentano le nostre Scuole Secondarie di Primo Grado rischiano di uscire dalla scuola senza il diploma di “licenza media”, questo perché il decreto approvato dal governo dice che “agli alunni con disabilità per i quali sono predisposte dalla sottocommissione prove non equipollenti a quelle ordinarie, viene rilasciato un attestato di credito formativo”.

  •  
  •  
  • 1
  •  
#

01 Feb: Scuole e spese di funzionamento: le nozze con i fichi secchi

Sono Libero. E sono arrabbiato. Avrei dovuto chiamarmi diversamente, lo so. Ma non siamo qui per parlare del mio nome. Sono arrabbiato e faccio il Dirigente Scolastico. Intendo rubare un po’ del vostro tempo per parlarvi di Scuola, di quella vera, non di quella raccontata da ministri e “leaders fighetti”, che, probabilmente, in una scuola pubblica non hanno mai messo piede.

  •  
  •  
  •  
  •