Una campagna web libera e uguale. E trasparente

Sia­mo entra­ti più di una vol­ta nel dibat­ti­to pub­bli­co sul tema “fake news”, pro­po­nen­do un pun­to di vista cul­tu­ra­le e poli­ti­co dif­fe­ren­te tan­to da chi nega esi­sta un pro­ble­ma rispet­to ai con­te­nu­ti che cir­co­la­no in rete e soprat­tut­to alle loro moda­li­tà di dif­fu­sio­ne, quan­to da chi usa que­sto tema in manie­ra stru­men­ta­le per spo­sta­re l’attenzione dove più ritie­ne gli con­ven­ga, ali­men­tan­do confusione.

C’è chi, for­tu­na­ta­men­te, ha man­te­nu­to coe­ren­za e chia­rez­za di vedu­te, come Vali­gia Blu, che nei gior­ni scor­si ha pro­po­sto una sor­ta di codi­ce eti­co di tra­spa­ren­za ai par­ti­ti poli­ti­ci che stan­no per entra­re in cam­pa­gna elet­to­ra­le, per­ché que­sti ren­da­no pub­bli­ci gli stru­men­ti che uti­liz­za­no nel­le loro cam­pa­gna digitali.

Non solo ade­ria­mo con pia­ce­re a que­sta ini­zia­ti­va, ma invi­tia­mo a far­lo anche gli ami­ci e com­pa­gni di viag­gio che con noi han­no dato via all’avventura nata la scor­sa dome­ni­ca all’Atlantico.

Pos­si­bi­le ha sem­pre usa­to stru­men­ti mol­to “arti­gia­na­li” e “genui­ni” nel­la sua comu­ni­ca­zio­ne (web e non solo), affi­dan­do­si uni­ca­men­te a pro­fi­li uffi­cia­li e uti­liz­zan­do pro­mo­zio­ni e spon­so­riz­za­zio­ni con misu­ra e in manie­ra sem­pre piut­to­sto pale­se, visi­bi­le a tut­ti e da tut­ti giu­di­ca­bi­le.

È quin­di piut­to­sto sem­pli­ce, per noi, ade­ri­re a que­sto appel­lo, per­ché nel bene e nel male la nostra comu­ni­ca­zio­ne è quel­la che vede­te, né più né meno.

Non abbia­mo alcu­na pre­clu­sio­ne pre­con­cet­ta nei con­fron­ti di più sofi­sti­ca­ti stru­men­ti di dif­fu­sio­ne del mes­sag­gio, e non esclu­dia­mo di usar­ne in futu­ro, ma pro­met­tia­mo che qua­lo­ra doves­se avve­ni­re, lo dire­mo pub­bli­ca­men­te, sen­za far­ne miste­ro.

Cre­dia­mo sareb­be un bel segna­le se tut­to il nostro cam­po faces­se lo stes­so, e non abbia­mo dub­bi che pre­sto si aggiun­ge­ran­no a noi anche le altre for­ze con cui abbia­mo scel­to di con­di­vi­de­re que­sto nuo­vo per­cor­so comu­ne all’insegna del­la liber­tà e dell’uguaglianza. E del­la tra­spa­ren­za.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.

Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter.
Partecipa anche tu!

Ultimi articoli

Ci vediamo a Roma, il 23 e 24 ottobre, Largo Venue, con la nostra Scuola di Politica. Non abbiamo mai smesso di studiare, ma ora torniamo a farlo tutti e tutte insieme, di persona, finalmente.
Mentre sono sicura che si potrà fare a meno di benzina per qualche giorno (il benzinaio più vicino mi ha detto di riprovare lunedì o martedì), o dell’acqua sugli scaffali dei supermercati, o mangiare qualche verdura in meno per adesso, la situazione diventerà ancora più insostenibile per i diritti di chi lavora in questi settori e di conseguenza per l’intero paese, che, nel frattempo, raziona anche un dibattito profondo sull’impatto della Brexit.