Abusivismo, Civati-Corrado: ddl Falanga dimentica crolli di Ischia

“In piena campagna elettorale, mentre il Pd si erge a paladino del contrasto alle destre e alla politica vecchia e ammiccante che premia i furbi e umilia gli onesti, ecco che spunta fuori dal cilindro la più vecchia di tutte le mosse populiste e autolesioniste: l’ulteriore indebolimento degli strumenti per contrastare l’abusivismo edilizio con l’approvazione della proposta di legge Falanga, che abbiamo già definito una norma-ecomostro”. Lo dichiarano il deputato e segretario di Possibile, Pippo Civati, e Annalisa Corrado del comitato scientifico di Possibile e co-portavoce di Green Italia, annunciando il sostegno alla manifestazione di domani davanti a Montecitorio contro il via libera alla legge sull’abusivismo.

“La maggioranza – aggiungono i due esponenti di Possibile – sta per approvare un provvedimento che infierisce sul territorio, che rassicura il crimine organizzato, che premia chi si fa beffe della legge, dell’onestà, della vera sicurezza, dimenticando in poche settimane i i crolli di Ischia. Per i ministri Delrio e Orlando, per il premier Gentiloni, solo per citarne alcuni che si sono espressi con forza su questo tema, va tutto bene?”
“A pochi giorni dalla resa incondizionata del Pd agli alleati destrorsi – concludono Civati e Corrado – che fa ritenere ‘pragmaticamente accettabile’ rinunciare ad un provvedimento come lo Ius soli, si procede tranquillamente su una simile nefandezza senza battere ciglio. Possibile darà battaglia in Parlamento e fuori dal Parlamento, al fianco di chi lotta da anni contro la vergogna degli abusi, e invita tutte le forze politiche a dare un segnale forte, perché in momenti come questo vale molto di più una scelta forte e chiara che uno strepitoso programma elettorale, di quelli che poi finiscono per restare chiusi nei cassetti”.
  • 76
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati