Riforme, Civati: “Una nostra proposta sui partiti per aumentare la trasparenza e la partecipazione”

«Possibile ha presentato la sua proposta sui partiti politici (A.C. 2839), con due obiettivi principali: aumentare la partecipazione dei cittadini e la trasparenza dei processi decisionali e della gestione amministrativa. La Costituzione, infatti, prevede i partiti politici quali strumenti attraverso i quali i cittadini possono concorrere, con metodo democratico, alla determinazione della politica nazionale. Purtroppo è molto tempo che questa funzione è stata abbandonata per scelta dei dirigenti dei partiti stessi, che ne hanno fatto – per dirla con Berlinguer (in questi giorni molto citato anche a sproposito, purtroppo) – soggetti che gestiscono “interessi, i più disparati, i più contraddittori, talvolta anche loschi, comunque senza alcun rapporto con le esigenze e i bisogni umani emergenti, oppure distorcendoli, senza perseguire il bene comune”. Per questo nella nostra proposta, anche intervenendo sul d.l. n. 149 del 2013, convertito in legge n. 13 del 2014, abbiamo valorizzato gli strumenti di partecipazione di tutti gli iscritti, a partire dal voto elettronico, la partecipazione , anche grazie a questo, di tutti gli iscritti agli organi assembleari, i referendum, con possibilità di coinvolgere anche i non iscritti, ulteriore trasparenza finanzia e organismi e procedure per garantire i diritti a partire da quelli di partecipazione»: lo dichiara in una nota il deputato di Possibile Pippo Civati.

  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati