Razzismo, Maestri: Sostegno alla battaglia di civiltà del Napoli, Salvini non è onnipotente

#
Sosteniamo con convinzione la battaglia di civiltà del Napoli che con coerenza difende l’idea che nello sport non può esserci spazio per razzismo e violenza. Le partite devono essere fermate in caso di cori razzisti e scontri tra tifoserie: non si può lasciar passare il messaggio che lo spettacolo possa proseguire come se nulla fosse anche di fronte alla discriminazione. E per evitare che le partite siano ostaggio dei razzisti, bisogna rendere gli stadi a misura di famiglia“. Lo dichiara Andrea Maestri della segreteria nazionale di Possibile, commentando l’annuncio della società del Napoli.
 
Salvini è vicepresidente del Consiglio e ministro dell’Interno – aggiunge Maestri – ma non è onnipotente. I club possono dare il buon esempio, nonostante il cattivo esempio dato da chi ricopre incarichi istituzionali, anche molto importanti”.
  • 253
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati