Quello che dicono ci vorrebbe per la sinistra, e ora c’è

Si sente spesso che per ridare fiato e smalto alla Repubblica e per la sinistra ci vorrebbe:

Una costituente laica e repubblicana aperta a tutte e tutti.

Un progetto che sia culturale e politico.

Il coinvolgimento delle migliori competenze.

Un format che non sia proprietario ma (doppiamente) aperto al contributo e offerto all’esterno.

Un lavoro comunità per comunità per non calare dall’alto ma per far crescere dal basso.

Real issues, come dice Sanders, ovvero questioni politiche essenziali affrontate con misure radicali e precise. E accompagnate dalla necessaria mobilitazione.

Il contributo della società e non solo del ceto politico.

Sono queste le faq degli elettori che stanno a sinistra o che contestano l’attuale quadro politico. Ci vorrebbero alcune di queste cose o ancora meglio tutte quante.

Ecco cosa ci vorrebbe, ci dicono. Ed è ciò che sta facendo Possibile, che domani riprenderà le principali proposte emerse dalla tre giorni di Roma e che si attrezzerà per elaborarne e presentarne di nuove.

Se volete partecipare scrivete a [email protected]

  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati