Politicamp 2016, Salerno 16–17 settembre: come arrivare, dove dormire

Quello del prossimo fine settimana, il 16 e 17 settembre al Parco Pinocchio di Salerno, è il primo Politicamp "made in Sud": di seguito, tutte le informazioni su come arrivare e trovare una sistemazione.

Quel­lo del pros­si­mo fine set­ti­ma­na, il 16 e 17 set­tem­bre al Par­co Pinoc­chio di Saler­no, è il pri­mo Poli­ti­camp “made in Sud”: a que­sto link tro­va­te il pro­gram­ma com­ple­to dei due gior­ni, men­tre qui c’è l’e­ven­to Face­book a cui iscri­ver­si e qui il form per la pre­no­ta­zio­ne dei pasti (del­la cena del vener­dì, e del pran­zo e del­la cena del saba­to). Di segui­to, inve­ce, tut­te le infor­ma­zio­ni su come arri­va­re e tro­va­re una sistemazione.

Come arri­va­re
In auto da Nord con l’au­to­stra­da A1 Napo­li — Saler­no (usci­ta Saler­no), con l’A30 Caser­ta — Roma (usci­ta via Irno); da Sud con l’au­to­stra­da A3 Saler­no-Reg­gio Cala­bria (usci­ta via Irno).
In tre­no: Saler­no è rag­giun­ta dal­l’al­ta velo­ci­tà, in par­ti­co­la­re il Frec­cia­ros­sa è in ser­vi­zio sul­la rot­ta Tori­no — Mila­no — Reg­gio Emi­lia AV — Bolo­gna — Firen­ze — Roma — Napo­li — Saler­no, e sul­la rot­ta Vene­zia — Pado­va — Bolo­gna — Firen­ze — Roma — Napo­li — Saler­no, così come Ita­lo for­ni­sce col­le­ga­men­ti con le cit­tà di Bolo­gna, Firen­ze, Mila­no, Napo­li, Pado­va, Reg­gio Emi­lia, Roma, Tori­no e Vene­zia. Altri col­le­ga­men­ti Tre­ni­ta­lia da e per Saler­no sono pre­sen­ti con Frec­cia­bian­ca, Frec­ciar­gen­to e con i tre­ni regio­na­li, anche con la pro­vin­cia Sud e la Basilicata.
Per chi arri­va in aereo e atter­ra a Napo­li è atti­vo un ser­vi­zio bus da Capo­di­chi­no a Saler­no con le com­pa­gnie Sita e Buo­no­co­re Group, la trat­ta è del­la dura­ta di cir­ca un’o­ra. Per le trat­te non ecces­si­va­men­te lun­ghe (ad esem­pio da Roma in giù) ci si può ser­vi­re di com­pa­gnie di bus a lun­ga per­cor­ren­za qua­li Flix­bus, Bal­tour, Cur­cio Viag­gi, Sale­mi­bus (in par­ti­co­la­re dal­la Sici­lia), a prez­zi mol­to competitivi.

Il Par­co Pinoc­chio si tro­va a un chi­lo­me­tro e mez­zo dal­la sta­zio­ne fer­ro­via­ria, per­cor­ri­bi­le a pie­di in una ven­ti­na di minu­ti. L’in­gres­so è dal­la cima al par­co (l’in­gres­so e il posteg­gio a val­le sono chiu­si per moti­vi di servizio).

Schermata 2016-09-07 alle 12.18.42

Le linee urba­ne di bus che rag­giun­go­no il par­co sono le 8, 24, 25, 31 e 34, la nostra orga­niz­za­zio­ne met­te comun­que a dispo­si­zio­ne un ser­vi­zio navet­ta gra­tui­to che sarà in fun­zio­ne per tut­ta la dura­ta del Camp e che cari­ca dal­l’O­stel­lo e dal Grand Hotel (a cen­to metri dal­la sta­zio­ne) ogni 40 minu­ti circa.

Dove dor­mi­re
Come già a Reg­gio Emi­lia, dove abbia­mo tenu­to il Camp di luglio, anche a Saler­no è pre­sen­te un sug­ge­sti­vo e anti­co ostel­lo situa­to nel cen­tro sto­ri­co. È dota­to di 3 came­re sin­go­le, 4 matri­mo­nia­li, 12 came­re dop­pie, 2 tri­ple, 7 came­re qua­dru­ple, 3 came­re da 6 posti let­to, per un tota­le di 87 posti let­to. I costi (inclu­so per­not­ta­men­to e pri­ma cola­zio­ne): came­ra sin­go­la 45 euro, came­ra doppia/matrimoniale 55 euro, came­ra tri­pla 68 euro, came­ra qua­dru­pla 80 euro, posto let­to in came­ra da sei 18,50 euro. Tut­te le info su www.ostellodisalerno.it.
Inol­tre, è atti­va una con­ven­zio­ne con il Grand Hotel Saler­no per siste­ma­zio­ni a prez­zi con­cor­da­ti, è neces­sa­rio com­pi­la­re la sche­da pre­sen­te a que­sto link e inviar­la a [email protected], per ulte­rio­ri infor­ma­zio­ni è pos­si­bi­le chia­ma­re il nume­ro 089/7042030 spe­ci­fi­can­do la par­te­ci­pa­zio­ne alla manifestazione.

A Saler­no sono inol­tre pre­sen­ti un buon nume­ro di b&b e altri hotel rin­trac­cia­bi­li tra­mi­te ser­vi­zi onli­ne tipo trivago.it. Per chi ripar­te la dome­ni­ca e vuo­le gode­re del cli­ma anco­ra esti­vo che dovreb­be favo­ri­re Saler­no in quei gior­ni, oltre che un giro per il carat­te­ri­sti­co cen­tro sto­ri­co, la via dei Mer­can­ti e la pas­seg­gia­ta sul mare, si con­si­glia­no la visi­ta alla crip­ta di san Mat­teo pres­so la cat­te­dra­le di Saler­no e al Giar­di­no del­la Minerva.
Come già nel­le edi­zio­ni pre­ce­den­ti, anche que­sto Poli­ti­camp for­ni­rà un ser­vi­zio gra­tui­to di ani­ma­zio­ne pro­fes­sio­na­le per i bam­bi­ni, in modo da per­met­te­re ai geni­to­ri di goder­si i dibat­ti­ti in tranquillità.
L’a­rea sarà alle­sti­ta con una ram­pa per faci­li­ta­re anche alle car­roz­zi­ne gli spo­sta­men­ti tra i due livel­li — quel­lo even­ti e quel­lo cate­ring — men­tre per i mez­zi di tra­spor­to di per­so­ne con mobi­li­tà ridot­ta e loro accom­pa­gna­to­ri sarà acces­si­bi­le il posteg­gio e quin­di l’in­gres­so a val­le del parco.
Per ulte­rio­ri infor­ma­zio­ni è pos­si­bi­le scri­ve­re a [email protected]
Ricor­dia­mo infi­ne che tut­to que­sto è orga­niz­za­to gra­zie al lavo­ro di mol­ti volon­ta­ri e al con­tri­bu­to di tan­ti sim­pa­tiz­zan­ti, ren­di­con­ta­to in tra­spa­ren­za: non abbia­mo finan­zia­to­ri occul­ti alle spal­le e chi vuo­le con­tri­bui­re con una dona­zio­ne lo può fare su possibile.com/sostieni.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.

Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter.
Partecipa anche tu!

Ultimi articoli

Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: "La vaccinazione è un dovere morale e civico. La libertà è condizione irrinunciabile ma chi limita oggi la nostra libertà è il virus, non gli strumenti e le regole per sconfiggerlo".
Per il oltre il 5% della popolazione italiana l’accesso a scuola, lavoro, vita sociale, affettività, sessualità può essere precluso da ostacoli più o meno concreti che vanno dalle barriere architettoniche all’inadeguatezza delle norme che, anche quando presenti spesso non vengono rispettate e a quello più insidioso: la discriminazione.
Vede, caro ministro, per noi il punto fondamentale è proprio questo: la qualità delle intese sul clima, ormai, non la fanno tanto i contenuti quanto le tempistiche per raggiungere gli obiettivi.