Partecipa, facciamo 8 marzo tutti i giorni

last

Per vivere in un paese (più) civile, per celebrare come si conviene l’8 marzo e per poterlo fare tutto l’anno, con Michela Marzano abbiamo pensato di lavorare a una legge di parità per il nostro paese, e di farlo con un progetto di legge partecipato, che raccolga indicazioni e proposte dalla società, per poi condividerle con le colleghe e i colleghi.
1618635_771203019574380_621704574_n

 

 

 

 

 

Se siete d’accordo, potete scrivere a [email protected] e darci il vostro contributo. Lo valuteremo con Michela, facendoci accompagnare anche da Rita Castellani e Marina Terragni della direzione nazionale del Pd, secondo la quale la questione maschile va affrontata nella sua interezza e complessità come pretesa di un sesso al dominio dell’altro. Pretesa che causa iniquità e ingiustizie ed è ragione di sofferenza per le donne e per gli uomini di buona volontà.
1798675_771203052907710_550853895_n

 

 

 

 

 

Come spiega Marina, “è proprio questa la novità più rilevante della legge francese di parità (Project de Loi pour l’egalité entre le femmes et les hommes) in discussione in queste settimane: verificare l’impatto della questione maschile su ogni aspetto della vita delle donne e dell’intera società, introdurre i necessari correttivi e – cosa non meno rilevante – individuare i dispositivi per rendere effettiva l’applicazione di normative già in vigore ma sostanzialmente inapplicate a causa di molte resistenze: com’è il caso, in Italia, della legge 194 sull’aborto, buona norma vanificata da una massiccia obiezione di coscienza.

1900107_771202986241050_594727892_n

 

 

 

 

 

 

La Loi pour l’egalité entre le femmes et les hommes analizza i danni prodotti dalla questione maschile in ogni campo dell’esistenza femminile e umana tour court – lavoro, salute, famiglia, politica, libertà – e propone soluzioni legislative che accompagnino e assecondino il cambiamento culturale e sociale.

Per esempio: riforma dei congedi parentali, con relative sanzioni. Meccanismi penalizzanti per le aziende con board ostinatamente monosex. Semplificazione dell’accesso all’interruzione volontaria di gravidanza. Giustizia più rapida ed efficace contro la violenzaListe elettorali che garantiscano, pena la non ammissibilità, un’effettiva equa rappresentanza.

last

 

 

 

 

 

 

Tenendo conto delle differenze sociali, legislative e di sensibilità, la proposta francese può costituire un ottimo punto di partenza per un’analoga legge italiana che promuova nuove norme, oltre ad aggiornare quelle vigenti e a rimuovere gli eventuali ostacoli alla loro applicazione.

Ottima occasione per una grande mobilitazione cognitiva e d’esperienza: la legge – dalla denominazione ai suoi contenuti –

deve nascere anche e soprattutto
dalle nostre vite di donne e di uomini, radicandosi profondamente
nella realtà quotidiana
e nelle coscienze di tutti”.

Per questo vi chiamiamo a contribuire con osservazioni e proposte alla redazione di un testo, scrivendo all’indirizzo: [email protected] portando avanti un modello che, una volta sperimentato e verificato nella sua efficacia, potrà essere reiterato per altre iniziative legislative, anche grazie al tuo aiuto, al tuo contributo di idee e al tuo sostegno economico.

 

  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait