Nessuno dietro, molti davanti: un #civoti collettivo

all-cartolina-civoti-vertL’abbiamo sempre detto: questa campagna è un racconto collettivo. È il racconto di fatica quotidiana, di passioni, di emozioni, di speranze che ci ha accompagnato per mesi, di una squadra che è crescita giorno dopo giorno e non si è mai fermata nemmeno nei periodi di difficoltà. Ecco perchè, un #civoti comunitario ce lo meritavamo proprio: grazie a tutti noi!

Gabriele Guarino: “Un linguaggio cercato da tanto e ritrovato. Un coraggioso vento nuovo, fatto di sincerità, coraggio e passione, cui non ho potuto dire di no.”
Simone Quilly Tranquilli: “Un mosaico di persone splendide, farne parte è stato bellissimo”
Riccardo Bedogni: “Sono molto contento di questa esperienza. In questa campagna congressuale ho riscoperto che cosa significa la parola “sinistra”: uguaglianza, solidarietà e diritti.”
Enrico Veronese: “In questa campagna mi sono riconosciuto allo specchio, ho superato limiti, fatto quello che mi piace: comunicare. Grazie a Pippo e a persone splendide.”
Mirko Solinas: “Questa è stata l’esperienza politica più bella e coinvolgente che abbia mai fatto. Un gruppo di persone appassionate ed entusiaste che hanno messo a disposizione le loro capacità. Abbiamo messo su la più bella campagna elettorale di tutti i tempi in Italia. Mi sono affezionato a tutte queste persone, persone che ho conosciuto una sola volta e persone che forse non conoscerò mai. Da lunedì tutto questo mi mancherà, ma questo gruppo continuerà a fare tanto come in questi mesi, in qualche web. Grazie.”
Giovanni Turina: “Ho trovato persone che come me hanno guardato ad un obiettivo e non ai loro interessi: è confortante essere una parte del tuo stesso mondo, e non il mondo stesso.”
Michela Cella: “Fare parte di una squadra entusiasta e visionaria che crede in quello che fa e lo fa per il bene di tutti senza guardare al proprio tornaconto.”
Silvia Bianchi: “”sostenere Civati è stato entrare in un gruppo di giovani pieni di energia, entusiasmo e creatività, che fanno politica divertendosi e con passione, proprio come dovrebbe fare il Pd””
Giaime Carboni: “Ho avuto la possibilità di conoscere persone incredibili che tutte assieme hanno reso possibile qualcosa di unico: diventare militante facendo crescere visibilità e consenso attorno ad un progetto splendido che seguivo da anni.”
Davide Serafin: “E’ stato come salire gli alberi di notte, la cosa più folle che potevamo fare: ritornando noi stessi, scegliere di cambiare”
Ivana Fabris: “Far politica con entusiasmo e passione. Di nuovo a 52 anni come a 18. La speranza è un’esperienza. Nuova, bella, possibile. Grazie a tutti.”
Giuseppe Carella: “Mi ha ridato a 62 anni di nuovo l’emozione gioiosa per l’impegno politico.”
Annapaola Cova: “Abbiamo sperimentato il PD che vorremmo: discutere, appassionarsi, litigare, bere insieme, farsi il mazzo, trovare soluzioni inaspettate, approfondire, divertirsi, sintonizzarsi in 1 secondo quando serve. E funziona.”
Franz Foti: “Questa campagna, ho deciso, sarà modello delle mie future iniziative politiche: piena di contenuti e divertente; concreta, mai al ribasso; spendendo poco con creatività; consumando tastiere e suole.”
Gabriele Guidi: “Sentirsi parte di un progetto politico collettivo, che fino ad ora pensavi fosse una tua utopia, e scoprire che invece questa utopia era comune a molti, moltissimi, altri, e che tutti insieme l’abbiamo tramutata in realtà. E sapere che d’ora in poi niente sarà più come prima, e che il progetto #civoti continuerà finchè la nostra “public political company” sarà quella in cui ognuno potrà riconoscersi.”
Pina Loreti: “ha significato speranza , fiducia e certezza . Certezza che questo patrimonio collettivo non andrà disperso . Vi voglio bene”
Carlo Alberto Lentola: “Per me questa campagna è stata una fantastica palestra di vita e di politica: un ricordo indelebile che un giorno potrò raccontare con orgoglio ai miei nipoti.”
Claudio Migliavacca: “Il coraggio, la coerenza, la determinazione di Pippo sono stati fonte di ispirazione per quello che poi è diventato progetto comune di tanti, un crescendo di individualità che si sono dedicate con passione ad un progetto simbolo del forte desiderio di un partito diverso per un Paese migliore e giusto. Sono grato a Pippo di tutto ciò, una esperienza che segnerà il futuro.”
Roberto Mincigrucci: “#civoti ha significato entrare in una squadra in cui i veterani distribuiscono agli altri passione ed esperienza. È stato un vedere da dietro le quinte quello che leggevo sui libri. È stato come entrare la prima volta a Disneyland.”
Guido Rovi: “Un’esperienza straordinaria di partecipazione e coinvolgimento emotivo per provare a costruire un qualcosa di nuovo partendo dalle capacità e particolarità di ciascuno di noi. Uniti nella diversità per cambiare quello che non ci piace.”
Sabrina Benenati: “È stato un bellissimo grande casino, in cui spesso mi sono persa, ma ho incrociato tante persone che ormai mi sono care, come se ci si conoscesse da chissà quanto. Mi mancherete, e non so più se mi capiterà ancora di fare le 5 del mattino così, com’è venuto naturale che fosse. Abbracci a tutti.”
Nicolò Scarano: “Un’esperienza avvolgente. Sono stato fortunato: mi ha cambiato la vita, comunque vada.”
Rocco Dalto: “Un’esperienza impagabile e la sensazione di aver partecipato ad una storia che è solo agli inizi. Grazie a tutti Voi.”
Giovanni Diamanti: “Un gruppo di sostenitori in una campagna elettorale si è trasformato in una comunità: questo ha reso il viaggio di Pippo indimenticabile per tutti noi.”
Maurizio Marini: “Avere fatto parte di questa squadra ha voluto dire conoscere gente fantastica, ci meritiamo uno come pippo e pippo merita persone come noi e tutti quelli che lo hanno sostenuto”
Vittore Soldo: “Grazie a questa campagna e a Pippo ho ricominciato a sentire il vento che porta via le nuvole…mi ha ridato la sensazione che veramente tutto è possibile se ci si muove insieme per il cambiamento.”
Hamilton Santià: “La sensazione di stare lavorando tutti assieme per un obiettivo comune. Dove ognuno ha potuto portare il suo contributo secondo quello che conosce.”
Filippo Sannazzaro: “Posticipare di sei mesi la laurea per poter dire che alle primarie #vinceCivati!”
Elena Marino: “Insieme, si cambia! Noi ci siamo riconosciuti nella limpida proposta di Civati, abbiamo innescato un circolo virtuoso di condivisione e ampliamento della partecipazione: cambiare e ri-animare la politica!”
Gianluca Ruggieri: “Il cinismo aiuta a vivere meglio. Evita un sacco di delusioni. Ma allo stesso tempo impedisce di vivere meglio. Umilia i sogni, congela i desideri, frustra le ambizioni. È così bello quando si possono smentire i cinici, dimostrare che la politica non è solo far carriera, che si può tenere assieme la leadership e il progetto collettivo, che si può fare campagna scherzando su se stessi, senza astio per gli altri. Che le cose cambiano, cambiandole.”
Adele Tangucci: “”È stata un’esperienza fortissima, in piena sintonia con il mio stile. Mi sono emozionata e mi sono divertita un bel po’, ho visto il meglio di me””
Fosca Benne: “Essere in questa squadra mi ha permesso di ritrovare l’entusiasmo e la passione per la politica che avevo a 17 anni e di mettermi nuovamente in gioco, facendomi ritrovare una parte di me stessa che avevo lasciato indietro.”
Andrea Ghetti: “Sono stato fortunato ho fatto la mia prima campagna politica per il mio candidato ideale, ma la cosa migliore sono state le persone con qui ho lavorato: determinate e motivate, è stato fantastico. Siamo i migliori”
GpGiampi GiampaoloCoriani: “Abbiamo ribaltato gli schemi della politica come l’abbiamo conosciuta fino ad oggi, con lo spirito della gita in pulmann del liceo. Ed è stato bellissimo.”
Paolo Borraccetti: “Questa esperienza mi ha fatto credere davvero nella possibilità di un ricambio generazionale nel nostro paese”
Antonio Sicilia: “Il Pdiverso che ho sempre visto oggi parla, ha una voce. La nostra e quella di Pippo. Non potevo essere altrove.”
Sergio Bianco: “È stata la prima volta che un politico mi ha entusiasmato abbastanza da farmi desiderare di partecipare alla sua campagna.”
Piergiorgio Leocata: “Il bellissimo percorso unitario al fianco di Giuseppe Civati mi ha insegnato che le idee, se condivise e costruite con coraggio, sono più forti di qualsiasi interesse, e si diffondono con la stessa facilità con la quale ci rappresentano. Ero deluso, oggi sono fiducioso. Io voto Civati.”
Andrea Benaglio: “Un’epoca nella quale il *fare* politica ha ormai perso ogni valore, ho visto come la passione, la tenacia e la competenza possono ancora fare la differenza!”
Donato Apollonio: “ha significato per me l’emozione di vedere nel cielo il mio piccolo aquilone in mezzo a quelli di tanti altri e accorgermi di aver contribuito a creare un quadro meraviglioso”
Luigi Bruschi: “Una navigazione avventurosa, con compagni sempre nuovi, tra isole inesplorate e tuttavia familiari. In viaggio verso l’Itaca sempre sognata.”
Giulio Leoni: “Un assaggio di quello che l’Italia meriterebbe di essere”
Tiziana Baldini: “Un vincitore è solo un sognatore che non si è mai arreso. Nelson Mandela mi viene in mente questo. Oppure: Il gioco di squadra, prevede fiducia, rispetto, impegno e coraggio. Oppure: ringrazio mia figlia che ha sopportato l’assenza quasi totale del suo papi per tre mesi, e la sua mami, un giorno si e uno no.”
Caterina Vignaduzzo: “”Iscriversi al PD per la prima volta, per rabbia, questa primavera. Ma ritrovarsi a darsi da fare proprio per ciò in cui si crede. Con compagni che pensano come te… e divertirsi! Fortuna e gratitudine, forse irripetibili… di sicuro immense.””
Davide Corra Corradi: “Le sfide, i sogni più belli sono quelli che iniziano come impossibili e finiscono come possibili.Questa esperienza è stata una sfida che, ne sono sicuro se il pd vuole dare un senso a questa storia dovrà e diventerà possibile.”
Ilda Curti: “Una storia collettiva, fatta di uomini e donne che attraverso la rete hanno condiviso, pensato, discusso, organizzato.. Ogni volta allargando i confini, senza paura di tenere aperte le porte per fare entrare energie e competenze. Civati ci interpreta, non ci rappresenta soltanto.”
Raffaele Viglianti: “Sentirsi a casa, dopo tanto tempo. Con persone felici, concrete e determinate che hanno dato tutto ciò che potevano. E vi assicuro è tanto, tantissimo.”
Samuele Agostini: “Per me la politica è: generosità, competenze, gioco di squadra, passione, sentimento. Per costruire un mondo più giusto. Questo ho visto in Giuseppe Civati, questo ho trovato in tutti noi.”
Paolo Della Ventura Pdv: “per me ha significato la possibilità di fare politica sviluppando una passione comune collettiva.”
Daniele Viotti: “I chilometri che ho fatto in giro per il Piemonte. Le facce incontrate e la possibilità di parlare di diritti finalmente orgoglioso di farlo nel mio Partito.”
Beatrice Brignone: “E’ stato prima di tutto divertente. Ho girato come una pazza, consociuto persone che in pochi mesi sono diventati tra gli amici più cari, come se li conoscessi da sempre perché ci accomuna una visione di mondo e di impegno, ho visitato posti nuovi e bellissimi a due passi da casa e finora ignorati. Abbiamo scoperto la concretezza di quelle parole come collettivo e comunità che fino adesso avevo sentito solo nei racconti dei più vecchi. Siamo partiti da un blog e un campeggio e siamo arrivati a guardarci con orgoglio nella prima fila dell’assemblea nazionale. Abbiamo dimostrato che se credi davvero in qualcosa, puoi riuscire ad afferrarla. Abbiamo fatto politica col sorriso sulla bocca e la determinazione di sapere di fare la cosa giusta e abbiamo fatto cose serissime senza prenderci troppo sul serio.”
Rita Castellani: “Ritrovare la generosità delle persone nel far crescere un speranza che è di tutti.”
Fabio Luciani: “Ho capito l’importanza straordinaria di una leadership collettiva. Nessuno è tanto grande per cambiare da solo il PD e l’Italia. Ciascuno di noi può però cambiare un pezzettino e solo la somma di queste azioni può cambiare la storia e il futuro della mia generazione.”
Selma Bellomo: “Passione, entusiasmo, allegria, consapevolezza, serietà; gioia nel veder nascere un progetto e sentirlo tuo, gioia nel trasmetterlo agli altri; orgoglio nel sostenere qualcuno che non ti tradirà mai. Tutto questo è Pippo Civati.”
Gianclaudio Pinto: “Mi emoziona solo pensare a questi mesi. il pensiero del punto da cui siamo partiti, da quella tenda piantata nel campo di Albinea, fino ad oggi, la notte prima delle primarie che abbiamo conquistato con un grande lavoro di squadra, tanta passione e tanta generosità. un’emozione che resterà per sempre.”
Filippo Gallo: “Un viaggio dalla delusione alla speranza, dalla rabbia alla maturità’ . Dalla vergogna all’orgoglio. Da tanti io a un bellissimo noi”
Valentina Spata: “Un’esperienza unica e indimenticabile dove tanti volti mi hanno regalato un pezzo della loro umanità, della loro passione e della loro generosità. Un’anima sola che vive in un gruppo. Civati ha già vinto e noi insieme a lui.”
Gennaro Acampora: “Partecipare per migliorare un progetto. Essere protagonisti di un nuovo percorso Insieme costruiremo la strada per un Pd che non abbia paura di usare la parola Sinistra e di mettere in pratica un vero Cambiamento. Un PD che la pensa con Noi.”
Pasquale Petrolo: “Mi sento pieno di energia…, il mio cuore batte più intensamente…, provo un’emozione dopo l’altra…, ho una visone romantica del mondo e penso al futuro con ottimismo… . Penserete: Pasquale Petrolo si è innamorato… No ragazzi, è che sono passato “dalla delusione alla speranza” vivendo un’esperienza collettiva entusiasmante insieme a voi e a Pippo Civati. Grazie di cuore”
Nino Carella: “Con il #Civoti ho incontrato centinaia di persone che la pensano come me; basta aspettare che il futuro che vogliamo ci venga offerto: prendiamocelo, il cambiamento siamo noi!”
Cristina Corti: “Ogni persona attrae ogni altra persona con una forza che è direttamente proporzionale al prodotto delle loro idee” (rivisitazione di Newton). Ci siamo attratti, uno dopo l’altro, formando la più bella costellazione mai esistita nell’universo politico. Grazie a Pippo, il Grande Magnete.”
Marco Zanolla: “#vincecivati mi ha aperto il cuore, amici e persone che hanno veicolato questo hashtag hanno creato un clima positivo di speranza per una nuova Italia e un nuovo PD se anche tu #civoti, la cosa diventerà reale e #vincecivati!”
Piero David: “Ha significato ritornare a fare politica sul territorio, il punto di partenza per cambiare il PD.”
Emanuele Dolce: “non ho mai avuto prima d’ora la sensazione che i miei sforzi, il tempo e la passione investita fossero così capaci di incidere sulla realtà, di renderla migliore. Prendere coscienza che le cose cambiano, davvero.”
Jessica Nazzari: “Essere una #civoti all’estero mi ha fatto scoprire la forza e l’entusiasmo dei giovani che vogliono cambiare davvero l’Italia, per poterci tornare un giorno!”
Francesca Alice Guidali: “Queste settimane mi hanno dimostrato che un’altra Italia è possible. È l’Italia fatta da NOI che abbiamo amore e volonta’ per costruire un’Italia che ci appartiene. E tutto ciò mi riempie finalmente il cuore”

  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait