‘Ndrangheta, Civati-Pastorino (Possibile): «in Liguria fenomeno sottovalutato»

“L’operazione ‘I conti di Lavagna’ e gli arresti illustri del sindaco Sanguineti e della ex parlamentare Mondello, raccontano e certificano ancora una volta quanto la ‘ndrangheta in Liguria continui a esistere, a corrompere, e di certo ad agire nel settore dei rifiuti”. Lo dichiarano in una nota i parlamentari di Possibile Pippo Civati e Luca Pastorino. “Pesa, forse, anche la continua sottovalutazione del fenomeno da parte dei governi regionali degli ultimi anni con l’attuale governatore Toti che, ancor di più, sembra volere ignorare l’allarme. Negare il problema non è una soluzione: è necessario combattere con tutti gli strumenti politici necessari la pervasività delle mafie anche in una regione come la Liguria, che per anni e’ stata descritta come immune e lontana dagli appetiti delle cosche – aggiungono -. Non è così. Serve una battaglia etica e culturale, prima che politica. La legalità va costruita ogni giorno con un impegno continuo delle istituzioni e dei cittadini. Questo è per noi uno dei punti fondamentali del nostro programma politico” concludono Civati e Pastorino.

  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati