Le leggerezze di Matteo Renzi su Mare Nostrum

Sono molte. Raccogliamo le principali dichiarazioni, rilasciate in momenti decisivi della politica italiana e europea.

4 luglio 2014. Il semestre europeo di presidenza italiana è iniziato da poche ore, e il premier Matteo Renzi si trova in conferenza stampa al fianco di Jose Manuel Barroso. Le parole che utilizza sono (video): «Mare Nostrum continua perché noi pensiamo che quando in una nave mettono dei bambini, e la lasciano andare alla deriva, un popolo civile non manda alle deriva quei bambini: salva quei bambini. Nel 2014, con le nuove strumentazioni a disposizione non si può consentire a quelle navi di andare a fondo perché non sappiamo di chi è la competenza».


3 ottobre 2014. Si inizia a discutere del superamento (della sostituzione) di Mare Nostrum, con Triton, operazione gestita da Frontex. Durante il Festival di Internazionale, Matteo Renzi dichiara (video): «Mare nostrum non sarà mai abbandonato finché non ci sarà un impegno dell’UE uguale e possibilmente superiore a quello che ha fatto l’Italia. Io trovo che Mare Nostrum andrà avanti finché l’Europa non sarà in condizioni di intervenire di più e meglio di come abbiamo fatto noi fino ad oggi».

9 ottobre 2014. La discussione su Mare Nostrum e Triton prosegue. E le parole del premier iniziano a cambiare. Ospite di “Virus”, su Rai2, dichiara: «L’ha spiegato molto bene il ministro Alfano che l’operazione Mare Nostrum viene sostituita da un intervento complessivo dell’Unione Europea», come se Mare Nostrum e Triton fossero la stessa cosa, e la seconda operazione sostituisse la prima. E non è (e non “era”, perché lo sapevamo già) così. Da lì a pochi giorni, si concretizzerà l’avvicendamento tra le due operazioni.

11 febbraio 2015. Ci troviamo a poche ore di distanza da un’altra strage nel Mediterraneo, di dimensioni spaventose:

Enrico Letta, il cui governo si fece promotore di Mare Nostrum, chiede apertamente che la missione italiana venga ripristinata:

La risposta del premier è la seguente: «il problema non è Mare Nostrum o Triton: si può chiedere all’Europa di fare di più e domani lo farò, ma il punto politico è risolvere il problema in Libia, dove la situazione è fuori controllo. Anche con Mare Nostrum si moriva».

19 aprile 2015. Matteo Renzi commenta l’ennesima strage con queste parole: «Non è che con l’operazione Mare nostrum nella vicenda di oggi sarebbe cambiato qualcosa. Deve essere chiaro. C’era una nave al fianco del peschereccio che si è inabissato. Chi dice che se ci fosse stato Mare nostrum sarebbe cambiato qualcosa, dice una cosa che non sta né in cielo né in terra».

_________________________

Approfondimenti su Mare Nostrum:

Per una Mare Nostrum europea (14 aprile 2015)

Di Mare Nostrum c’è ancora bisogno (12 febbraio 2015)

Mare Nostrum e Triton non sono la stessa cosa (17 ottobre 2014)

 

  • 2
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati