Ius soli, Maestri: Per il Pd ragazzi senza cittadinanza non sono problema?

#
“Lo Ius soli, vero e non le versioni annacquate circolate in passato, resta un punto fondamentale per garantire un diritto basilare a centinaia di migliaia di persone. Non è un capriccio, né un atto di buonismo: si tratta di un gesto di buonsenso, che avrebbe l’effetto di favorire l’integrazione”. Lo dichiara Andrea Maestri, esponente di Possibile.
“Le parole del sindaco di Firenze Nardella – aggiunge Maestri – lasciano, è il caso di dirlo, senza parole. A suo giudizio non è il momento di discutere dello Ius soli, perché è meglio parlare di ‘proposte concrete’. Si desume che per lui i ragazzi senza cittadinanza non sono un ‘problema concreto’. Questa è la stessa argomentazione usata da Alfano nella scorsa legislatura per affossare la riforma dello Ius soli: per Possibile era un testo ‘timido’ ma rappresentava quantomeno un passo in avanti. Se questa è la linea del Pd in materia di diritti, bisogna prenderne atto: hanno raccolto l’eredità alfaniana. Ma noi continueremo a fare di tutto perché finalmente sia compiuto questo doveroso passo di civiltà per il diritto di cittadinanza dei nuovi italiani”.
  • 122
  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati