Bonus cultura: #bastaunSì anche per Gigio Donnarumma

Il comitato per il sì del lecchese invita i diciottenni per spiegare come usare il bonus cultura e per invitarli a votare Sì. Un'idea volgare e sicuramente poco costituzionale.
Schermata-2016-11-05-alle-12.17.11

Che poi, io di bonus cul­tu­ra a Manuel Loca­tel­li glie­ne darei anche qual­che deci­na, dopo il gol segna­to alla Juven­tus poche set­ti­ma­ne fa, da (mode­ra­ta­men­te) mila­ni­sta qua­le sono.

E glie­ne darei qual­che deci­na anche a Gigio Don­na­rum­ma, dopo la stre­pi­to­sa para­ta allo sca­de­re, sem­pre con­tro la Juventus.

Eppu­re Gigio Don­na­rum­ma, che pur sta già dimo­stran­do qua­li­tà asso­lu­ta­men­te straor­di­na­rie, non potrà gode­re del bonus cul­tu­ra. Ma non per que­stio­ni di red­di­to. Per que­stio­ni ana­gra­fi­che: Don­na­rum­ma, infat­ti, com­pi­rà 18 anni solo l’an­no pros­si­mo, men­tre Manuel Loca­tel­li li ha com­piu­ti quest’anno.

Non impor­ta che Loca­tel­li gua­da­gni 300mila euro all’an­no e che Don­na­rum­ma ne gua­da­gni 160mila: uno già potrà acce­de­re al bonus, per l’al­tro è solo que­stio­ne di tem­po. E’ que­sto che pre­ve­de il famo­so “bonus cul­tu­ra” da 500 euro per i neo­mag­gio­ren­ni volu­to dal gover­no Ren­zi e desti­na­to a tut­ti i nati nel 1998, a pre­scin­de­re dal­la situa­zio­ne red­di­tua­le e patri­mo­nia­le. Ed ecco che così la misu­ra inte­res­se­rà 574mila ragaz­ze e ragaz­zi, per un esbor­so di dena­ro pub­bli­co pari a 290 milio­ni di euro.

Con que­sti 500 euro Manuel Loca­tel­li potrà acqui­sta­re beni ricon­du­ci­bi­li ai seguen­ti ambi­ti: a. Cine­ma (abbo­na­men­to card/biglietto d’ingresso) b. Con­cer­ti (abbo­na­men­to card/biglietto d’ingresso) c. Even­ti cul­tu­ra­li (bigliet­to d’ingresso a festi­val, fie­re cul­tu­ra­li, cir­chi) d. Libri (audio­li­bro, ebook, libro) e. Musei, monu­men­ti e par­chi (abbo­na­men­to card/biglietto d’ingresso ) f. Tea­tro e dan­za (abbo­na­men­to card/biglietto d’ingresso).

Qual­cu­no ci potreb­be spie­ga­re per­ché non solo Loca­tel­li, ma anche il figlio di un par­la­men­ta­re, la figlia di un diri­gen­te api­ca­le del­la pub­bli­ca ammi­ni­stra­zio­ne, il figlio di un impren­di­to­re del lus­so dovreb­be­ro rice­ve­re 500 euro da spen­de­re tra cine­ma e concerti?

Que­sto qual­cu­no ci dovreb­be anche spie­ga­re per­ché non si è scel­to di desti­na­re quei sol­di — per fare un esem­pio — al dirit­to allo stu­dio, maga­ri allo stu­dio uni­ver­si­ta­rio, inter­ve­nen­do sui costi di iscri­zio­ne, sul­le bor­se di stu­dio, sugli allog­gi stu­den­te­schi. E inter­ve­nen­do secon­do quel­l’a­cro­ni­mo che si chia­ma ISEE, che cer­ca di dare appli­ca­zio­ne al det­ta­to costi­tu­zio­na­le e al prin­ci­pio di ugua­glian­za sostanziale. 

Que­sto qual­cu­no non ce lo spie­ghe­rà, imma­gi­nia­mo. Non ce lo spie­ghe­rà per­ché que­sto qual­cu­no è impe­gna­to a orga­niz­za­re ini­zia­ti­ve pub­bli­che alle qua­li si invi­ta­no i neo­di­ciot­ten­ni per spie­gar­gli come acce­de­re al bonus e allo stes­so tem­po invi­tar­li a vota­re Sì al refe­ren­dum costi­tu­zio­na­le. Non pos­sia­mo chia­mar­lo voto di scam­bio, ma pos­sia­mo dire chia­ra­men­te che si trat­ta di un meto­do per raci­mo­la­re voti a dir poco vol­ga­re e di sicu­ro per nien­te costi­tu­zio­na­le. A que­sto pun­to, for­se, era più sem­pli­ce dare 250 euro pri­ma del voto e 250 dopo il voto, no?
whatsapp-image-2016-11-05-at-10-52-22

E pen­sa­te, la coin­ci­den­za vuo­le che l’i­ni­zia­ti­va sia orga­niz­za­ta in pro­vin­cia di Lec­co e che Manuel Loca­tel­li sia nato esat­ta­men­te a Lecco.

Det­to que­sto, in boc­ca al lupo a Manuel e Gigio: sie­te for­tis­si­mi, dav­ve­ro. E sono cer­to che capi­re­te benis­si­mo sia che non ce l’ho con voi, sia che quei 500 euro avrem­mo potu­to benis­si­mo (e giu­sta­men­te) desti­nar­li al dirit­to allo studio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.

Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter.
Partecipa anche tu!

Ultimi articoli

Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: "La vaccinazione è un dovere morale e civico. La libertà è condizione irrinunciabile ma chi limita oggi la nostra libertà è il virus, non gli strumenti e le regole per sconfiggerlo".
Per il oltre il 5% della popolazione italiana l’accesso a scuola, lavoro, vita sociale, affettività, sessualità può essere precluso da ostacoli più o meno concreti che vanno dalle barriere architettoniche all’inadeguatezza delle norme che, anche quando presenti spesso non vengono rispettate e a quello più insidioso: la discriminazione.
Vede, caro ministro, per noi il punto fondamentale è proprio questo: la qualità delle intese sul clima, ormai, non la fanno tanto i contenuti quanto le tempistiche per raggiungere gli obiettivi.