Banche, Maestri: “Sventato il coinvolgimento delle Casse previdenziali in Atlante2. Continueremo a vigilare”

“Il “tonfo” borsistico del titolo MPS e di altri importanti istituti certifica drammaticamente l’inadeguatezza dell’intervento del Governo sul sistema bancario. La Corte dei Conti ha pesantemente censurato il coinvolgimento della Cassa Depositi e Prestiti – che custodisce i risparmi postali degli italiani – nel Fondo Atlante II per il salvataggio delle banche. Il Ministro Padoan ha parlato della necessità di “smaltire le scorie di questa lunga crisi”, ma non a costo di sacrificare l’anello più debole della filiera del credito. Noi vogliamo dare voce in Parlamento ai lavoratori autonomi già impoveriti dalla crisi e il cui patrimonio previdenziale oggi è messo a rischio dal paventato e forse sventato coinvolgimento delle Casse previdenziali Private nel Fondo Atlante 2.

I 70 miliardi di euro amministrati dalle Casse fanno gola al Governo, ma non possono essere usati per operazioni ad altissimo rischio come il salvataggio di MPS attraverso l’acquisto a un prezzo pari al 32% del loro valore, dei 46 miliardi di crediti deteriorati che l’istituto senese ha in pancia.
Vogliamo dare voce alla Coalizione 27 Febbraio e all’Associazione MGA che hanno dato vita a una mobilitazione senza precedenti per scongiurare questo scenario.

Vigileremo attivamente e rumorosamente perché non si metta a rischio il patrimonio previdenziale di architetti, geometri, avvocati, commercialisti, giornalisti, ingegneri, veterinari, parafarmacisti, di tutte quelle categorie della cosiddetta classe media impoverita e umiliata, senza diritti sociali e senza welfare, cui Il Governo vorrebbe togliere anche il diritto e la dignità della pensione“: lo dichiara in una nota il deputato di Possibile Andrea Maestri.

  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait