Terremoto: fare la nostra parte, tra disperazione e rabbia

Sabato partirà il primo carico di prodotti alimentari e materiale edile destinato a una azienda messa in ginocchio dal terremoto e dalla neve, rimasta isolata in montagna.

Ieri il Comitato Possibile Massimo Max Fanelli di Senigallia ha avviato una raccolta urgente di beni di prima necessità e nel giro di poche ore già diversi quintali di prodotti sono stati imballati e verranno consegnati personalmente . In queste ore il nostro impegno e’ totalmente rivolto a cercare di capire come poter essere di aiuto in un momento così drammatico in cui disperazione e rabbia si equivalgono.

Disperazione per le tante persone che hanno perso tutto e che ancora in queste ore vivono condizioni di estrema difficoltà e rabbia per una gestione totalmente fallimentare a tutti i livelli dell’emergenza del sisma che è diventata anche “emergenza inverno”, quasi come se la neve in montagna a gennaio fosse un evento imprevedibile. Siamo  in contatto con alcune aziende agricole e allevatori disperati,  e stiamo cercando di contattarne altri.

Vorremmo fare la nostra parte in questi momenti così difficili e successivamente per aiutarli a rialzarsi non appena  e se sarà possibile riprendere la produzione. Stiamo lavorando per costruire una rete di Gruppi di acquisto solidali per “adottare” una azienda in modo da garantirne l’acquisto di prodotti e aiutare  a ripristinare una rete di distribuzione, anch’essa crollata con il terremoto. Chiediamo ai nostri Comitati , soprattutto quelli che si trovano nelle zone del sisma, di attivarsi affinchè si possano individuare aziende da sostenere e monitorare la situazione. Noi proviamo a fare la nostra parte con le forze di cui disponiamo, ma non smetteremo di chiedere che si faccia piena luce sulle gravi responsabilità che hanno condotto a una situazione diventata così drammatica. Già il dieci novembre scorso denunciammo in Aula, di fronte all’allora Presidente Renzi l’ urgenza di occuparsi delle aziende agricole e degli allevamenti che con l’Inverno alle porte si stava facendo sempre più difficile.

Purtroppo  non siamo stati ascoltati.

  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati