Senigallia dedica il Comitato di Possibile a Max Fanelli

Caro Max, è decisamente arrivato il momento di dedicarti il nostro comitato, per continuare ad alzarci ogni mattina e lottare insieme per il nostro sogno. Insieme.

Quan­do nell’ottobre scor­so abbia­mo dovu­to cer­ca­re un nuo­vo nome al Comi­ta­to Pos­si­bi­le di Seni­gal­lia, la scel­ta non pote­va che cade­re sul nostro iscrit­to nume­ro 1, quel­lo più esem­pla­re, quel­lo fer­mo solo nel cor­po, quel­lo che non smet­te­va mai di dar­ci sug­ge­ri­men­ti, con­si­gli, proposte.

Quan­do glie­lo pro­po­si la sua rispo­sta fu una in per­fet­to sti­le Fanel­li: “Ma fam­mi schiat­ta­re pri­ma!!! Mi sem­bra un po’ esa­ge­ra­to, ma deci­de­te voi, io ho dona­to il mio copy­right a Pos­si­bi­le!”. Tra una bat­tu­ta e l’altra, alla fine però ci sem­bra­va di get­ta­re un’ombra che nes­su­no si sen­ti­va dav­ve­ro di affron­ta­re, così sia­mo rima­sti sen­za nome, con un gene­ri­co Pos­si­bi­le Seni­gal­lia.

Max ci ha lascia­to la sua tes­se­ra, da incor­ni­cia­re. Ma c’ha lascia­to soprat­tut­to tan­te bat­ta­glie anco­ra da rea­liz­za­re, un modus ope­ran­di rigo­ro­so, tan­tis­si­me tabel­le e sche­mi di lavo­ro, pro­po­ste, idee, pro­vo­ca­zio­ni. Non si accon­ten­ta­va di com­bat­te­re per la sua bat­ta­glia prin­ci­pa­le, quel­la del fine vita.

Par­te­ci­pa­va ai nostri dibat­ti­ti, a distan­za riu­sci­va a coin­vol­ge­re per­so­ne per rea­liz­za­re i ban­chet­ti, era un vul­ca­no di idee. Pun­tual­men­te mi chie­de­va con­to di quel­lo che face­vo, di come ci sta­va­mo muo­ven­do, vole­va esse­re aggior­na­to su tut­to e su tut­to ave­va qual­co­sa da dire.

Saba­to scor­so, sta­va già malis­si­mo, ma ha volu­to segui­re tut­to il nostro Poli­ti­camp di Reg­gio Emi­lia sul­la rifor­ma Costi­tu­zio­na­le. Vole­va tor­na­re in piaz­za, pochis­si­me set­ti­ma­ne fa mi scrit­to: “dopo tan­ti mesi, ho voglia di usci­re”, per difen­de­re i dirit­ti dei moren­ti, ma anche la Costi­tu­zio­ne.

In occa­sio­ne del suo com­plean­no gli abbia­mo dedi­ca­to una gior­na­ta di mobi­li­ta­zio­ne spe­cia­le sul fine vita insie­me ad un video di augu­ri da tut­ta Ita­lia: http://dev.possibile.com/augurimax/. Lui ci rispo­se così, aggiun­gen­do: “c’ho mes­so 9 ore a scri­ver­lo, è il mio testa­men­to per voi.”

L’Essenziale è invi­si­bi­le agli occhi. (Antoi­ne de Saint-Exu­pé­ry). Que­sto pen­sie­ro, magi­stral­men­te descrit­to nel Pic­co­lo prin­ci­pe, cre­sce­va in me mano a mano che gli augu­ri di tan­ti iscrit­ti al Par­ti­to Pos­si­bi­le pro­ve­nien­ti da tut­ta Ita­lia e da altri pae­si del mon­do, scor­re­va­no davan­ti ai miei occhi stu­pi­ti. Pip­po, duran­te un even­to a Seni­gal­lia, si alzò due vol­te dal tavo­lo rela­to­ri per sve­lar­mi una veri­tà che cela­vo gelo­sa­men­te: «tu sei paz­zo», ripe­té più vol­te. Anche io, per qual­che secon­do, ho pen­sa­to la  stes­sa cosa, di Voi… Poi len­ta­men­te ini­ziai a sor­ri­de­re pie­no di orgoglio.

Per­ché appar­te­ne­vo ad un movi­men­to, par­ti­to, che rap­pre­sen­ta quel­la SINISTRA che ho sem­pre sogna­to. Quel­la dove le per­so­ne, i com­pa­gni contano.

Dove la soli­da­rie­tà è la moti­va­zio­ne prin­ci­pa­le che gui­da i com­por­ta­men­ti, dove i biso­gni dell’uomo gover­na­no le scel­te poli­ti­che in ambi­to socia­le, eco­no­mi­co ed ecologico.

Dove c’é un tem­po per gio­ca­re, per pen­sa­re, per lottare.

Dove l’uomo vie­ne pri­ma degli inte­res­si del­le mul­ti­na­zio­na­li o del­le lob­by che stan­no distrug­gen­do a pic­co­li mor­si il tes­su­to socia­le di que­sto che era un bel paese.

Imma­gi­no tut­to ciò come un ger­mo­glio di un gran­de albe­ro del pane che pri­ma ha pian­ta­to for­ti radi­ci nel ter­re­no ed ora emer­ge­rà per dare ombra e con­for­to. Per rida­re spe­ran­za e futu­ro alle tan­te cate­go­rie socia­li offe­se, vitu­pe­ra­te, da una poli­ti­ca che negli ulti­mi 25 anni le ha gra­da­ta­men­te inde­bo­li­te e illu­se fino a per­de­re la capa­ci­tà di indi­gnar­si, di protestare.

Que­sto è il mio sogno e come tut­ti i sogni si rea­liz­za­no se ci cre­di, se ti alzi tut­te le mat­ti­ne ed ini­zi a lot­ta­re per il tuo sogno.

Que­sto é il mio desiderio.

Il mio GRAZIE per Voi.

Mi ave­te fat­to un rega­lo eccezionale.

Caro Max, è deci­sa­men­te arri­va­to il momen­to di dedi­car­ti il nostro comi­ta­to, per con­ti­nua­re ad alzar­ci ogni mat­ti­na e lot­ta­re insie­me per il nostro sogno. Insieme.

Comi­ta­to Pos­si­bi­le Mas­si­mo Max Fanel­li.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.

Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter.
Partecipa anche tu!

Ultimi articoli

Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella: "La vaccinazione è un dovere morale e civico. La libertà è condizione irrinunciabile ma chi limita oggi la nostra libertà è il virus, non gli strumenti e le regole per sconfiggerlo".
Per il oltre il 5% della popolazione italiana l’accesso a scuola, lavoro, vita sociale, affettività, sessualità può essere precluso da ostacoli più o meno concreti che vanno dalle barriere architettoniche all’inadeguatezza delle norme che, anche quando presenti spesso non vengono rispettate e a quello più insidioso: la discriminazione.
Vede, caro ministro, per noi il punto fondamentale è proprio questo: la qualità delle intese sul clima, ormai, non la fanno tanto i contenuti quanto le tempistiche per raggiungere gli obiettivi.