Referendum, un appello di imprenditori a favore del sì

Da LaStampa.it

In vista del referendum sulle trivelle del 17 aprile, un gruppo di imprenditori lancia un appello a favore del “sì”. Tra i primi firmatari, per adesso, appaiono Lucio Cavazzoni, presidente del Gruppo Alce Nero; Pasquale Pistorio, già vicepresidente di Confindustria; Gianluigi Angelantoni, Presidente di ANEST, Associazione Nazionale Energia Solare Termodinamica; Simone Togni, presidente di ANEV, Associazione Nazionale Energia del Vento; Tonino Capacchione, vicepresidente nazionale Sindacato Italiano Balneari Confcommercio; Claudio Di Rollo e Benedetto Fracchiolla, rispettivamente presidente e direttore di Finoliva, Bari; Matteo e Salvatore Aloe, fondatori di Berberè; Andrea Bertoldi, direttore di Brio, Verona; Rita di Padova, direttore generale Fondazione Siniscalco Ceci Emmaus ONLUS, Foggia; Enea Roveda, amministratore delegato di Lifegate, Milano; Lino Nori, presidente di Controllo Biologico, Bologna; Primo Barzoni, presidente di Palm SpA, Viadana (MN); Agostino Re Rebaudengo, presidente di AssoRinnovabili; Massimo Vaccari, presidente di Triciclo srl.

“Il petrolio come i diamanti e i metalli fanno parte della cultura dell’estrazione e sempre sono causa di impoverimento ed inquinamento delle terre da cui provengono – si legge nell’appello – oggi è possibile seminare il vento, coltivare il sole e le energie rinnovabili che portano democrazia e creatività, rispettano la natura, preservano l’ambiente e portano benessere per molti e non per alcuni. Sono simbolo di una nuova economia fondata sulla circolarità”. Per gli imprenditori, il petrolio è divenuto “la più insostenibile delle materie prime del nostro pianeta, per gli effetti ambientali e sociali del suo accaparramento, e per le tensioni locali e internazionali che innesca. L’economia alla quale il petrolio 150 anni fa ha dato origine, quella fossile, rappresenta il passato. Ci meritiamo una storia nuova e diversa, che è già cominciata attraverso molte bellissime imprese e start up del nostro paese impegnate nella creazione di percorsi alternativi ai combustibili fossili, tesi a recuperare un rapporto fecondo con la natura”.

  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati