Hanno ragione Renzi e Sallusti: grazie, Grasso

#

Ieri sera, in diretta a 8 e 1/2, Renzi ha mostrato orgogliosamente la prima pagina de Il Giornale del 18 dicembre scorso.
Grazie Grasso“, titolava Sallusti per dire che Liberi e Uguali avrebbe diviso il centrosinistra e aiutato il centrodestra a vincere le elezioni.

Il fatto curioso è che accanto a Renzi, nella stessa trasmissione, c’era proprio il direttore de Il Giornale, sorridente e lusingato dalla inattesa citazione. Questo incongruo siparietto è avvenuto alla fine di una trasmissione che è stata a suo modo rivelatrice. Renzi e Sallusti si sono trovati d’accordo sulla maggior parte delle questioni.

Il primo ha riconosciuto a Berlusconi una visione dell’Europa paragonabile a quella della Merkel e molto lontana all’anti europeismo dell’alleato fittizio Salvini. In cambio, Sallusti ha plaudito alle politiche di Minniti sull’immigrazione e poi entrambi hanno attaccato i nemici comuni 5stelle.

Assistere a questo scambio di cortesie ha reso evidente che non c’è bisogno di aspettare il 4 marzo per vedere concretizzata la grande alleanza dal cabotaggio piccolo piccolo tra PD e Forza Italia. Sono già d’accordo e non hanno paura di farlo vedere.

Gli appelli al “voto utile“, per cui Liberi e Uguali sarebbe il nemico, sono utili soltanto a Renzi e al suo amico Sallusti per suggellare le loro già larghissime intese.

Liberi e Uguali, invece, sta dando la possibilità agli elettori di sinistra di questo Paese di non essere coinvolti in questo penoso gioco delle parti. Siamo l’unica alternativa possibile ai pateracchi e agli inciuci. Gli unici veri avversari di quei pochi che si stanno mettendo d’accordo alle spalle degli italiani.

Quindi sì, è veramente il caso di dirlo: Grazie Grasso.

  • 459
  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati