Pastorino: «Sulle Partite Iva e sull’obbligo trimestrale il premier vuole discutere, dopo aver bocciato i nostri emendamenti»

In Commissione bilancio siamo stati gli unici a mettere in evidenza i rischi sull'introduzione degli obblighi trimestrali di comunicazione per le partite Iva. Stamattina, scopriamo che il premier in un’intervista parla di riaprire la discussione per capire cosa si può fare per combinare le esigenze degli “esercenti” e i rilievi del Mef.
renzi-poletti

In Com­mis­sio­ne bilan­cio sia­mo sta­ti gli uni­ci a met­te­re in evi­den­za i rischi sul­l’in­tro­du­zio­ne degli obbli­ghi tri­me­stra­li di comu­ni­ca­zio­ne per le par­ti­te Iva. Sta­mat­ti­na, sco­pria­mo che il pre­mier in un’intervista par­la di ria­pri­re la discus­sio­ne per capi­re cosa si può fare per com­bi­na­re le esi­gen­ze degli “eser­cen­ti” e i rilie­vi del Mef. Fin dall’inizio, in Com­mis­sio­ne bilan­cio noi ci sia­mo sfor­za­ti di appro­fon­di­re la que­stio­ne con i lavo­ra­to­ri, le pic­co­le e medie impre­se e l’or­di­ne dei com­mer­cia­li­sti met­ten­do in evi­den­za come la nor­ma con­ce­pi­ta in que­sto modo fos­se asso­lu­ta­men­te sba­glia­ta e deleteria.

Miglia­ia di par­ti­te Iva, soprat­tut­to del­la fascia medio bas­sa con l’obbligo di comu­ni­ca­zio­ne tri­me­stra­le si vedreb­be­ro gra­va­re da nuo­vi adem­pi­men­ti e da nuo­vi costi di gestio­ne. Sul­la base dei rilie­vi rac­col­ti noi ave­va­mo pro­po­sto di intro­dur­re una soglia (maga­ri fino a 100mila euro) al di sot­to del­la qua­le non intro­dur­re l’obbligo tri­me­stra­le per sal­va­guar­da­re una pla­tea enor­me di lavo­ra­to­ri e micro e pic­co­li impren­di­to­ri: ma nes­su­no ci ha dato ascolto.

Ieri il Cor­rie­re del­la Sera, per que­sta nor­ma, paven­ta­va aumen­ti per i nuo­vi costi di adem­pi­men­to di 480€ per il 2017 e 720€ per il 2018. Non aumen­ta le tas­se, ma aumen­ta gli adem­pi­men­ti, bel­lo sfor­zo. Que­sto Gover­no è per la sem­pli­fi­ca­zio­ne e per gli sgra­vi fisca­li solo a paro­le. Nei fat­ti col­pi­sco­no come sem­pre i pic­co­li e i meno attrez­za­ti a difendersi.

Luca Pasto­ri­no

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.

Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter.
Partecipa anche tu!

Ultimi articoli

Il Clima entri nelle decisioni della Politica e la Politica si comporti in maniera coscienziosa, non guardando i sondaggi e pensando al prossimo appuntamento elettorale, ma guardi al futuro, alle generazioni future e a chi verrà dopo di loro.
Se scompaiono gli squali, l’Oceano muore. Quello stesso Oceano che produce il 50% dell’ossigeno che respiriamo, e assorbe il 25% dell’anidride carbonica che emettiamo. Se muore l’Oceano, moriamo noi.  Non ci resta, dunque, che salvare gli squali. 
500.000 firme per togliere risorse e giro d’affari alle mafie, per garantire la qualità e la sicurezza di cosa viene venduto e consumato, per mettere la parola fine a una criminalizzazione e a un proibizionismo che non hanno portato a nessun risultato. La cannabis non è una questione secondaria o risibile, ma un tema serio che riguarda milioni di italiani.