Di mafia ne parliamo, qui dove non se ne vuole sentir parlare

dobbiamo considerare che la lotta alla mafia e alla criminalità organizzata è una partita che non può e non deve limitarsi alle sole organizzazioni malavitose, ma deve entrare nella profondità di tutte le attività che con esse hanno connessioni e sovrapposizioni
mafia

Dice don Ciotti, presidente di Libera che da anni si occupa di mafie e corruzione, che «in questo periodo di campagna elettorale nessuno parla di mafie e di corruzione. Evidentemente sono argomenti che non attirano consenso, sui quali è difficile imbastire le mirabolanti promesse che sentiamo ogni giorno». Conosco Luigi Ciotti da anni, ne conoscono e condivido l’impegno e lo sostengo in tutte le sue iniziative. Comprendo anche lo scoramento di chi, avendo dedicato alla lotta contro le mafie tutta la propria vita (e sono in molti, di associazioni diverse o singoli), constati che l’argomento mafie sembra essere terribilmente “sceso” tra le priorità politiche del Paese.

Eppure su mafie e corruzione noi abbiamo dedicato molte delle nostre energie e del nostro impegno. Come abbiamo scritto già tempo fa nel nostro Manifesto “dobbiamo considerare che la lotta alla mafia e alla criminalità organizzata è una partita che non può e non deve limitarsi alle sole organizzazioni malavitose, ma deve entrare nella profondità di tutte le attività che con esse hanno connessioni e sovrapposizioni. Pensiamo a tutti i settori interessati dalla corruzione, al traffico di stupefacenti, al gioco d’azzardo (tutte questioni su cui torneremo nei prossimi paragrafi). Laddove c’è spazio per il malaffare, ci sono ricadute negative per tutti, che inevitabilmente colpiscono più duramente e per prime le fasce della popolazione che si trovano a rischio di esclusione sociale.” Per questo da tempo abbiamo aperto un confronto con il mondo della scuola per capire come inserire lo studio della criminalità organizzata (e dei suoi anticorpi) nei programmi scolastici, per questo da sempre riteniamo fondamentale proteggere i testimoni di giustizia ma soprattutto valorizzare le loro esperienze dandogli luce e voce, per questo anche nel programma di Liberi e Uguali la lotta alle mafie e alla corruzione occupa una posizione fondamentale: di mafie ne parliamo e ne vogliamo continuare a parlare.

Confidando che in questo fracasso elettorale ci sia anche qualcuno che ascolti.

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Post Correlati