La nostra solidarietà a Medici Senza Frontiere

Oggi è stata diffusa la notizia di un attacco, avvenuto il 17 agosto scorso, alla Bourbon Argos, una delle navi di Medici Senza Frontiere che stava svolgendo l’attività di ricerca e soccorso di migranti nelle acque internazionali a largo della Libia. Agli operatori impegnati da mesi sulla nave e a Medici senza frontiere la nostra solidarietà. Si tratta di un fatto gravissimo sul quale è necessario fare luce: gli operatori hanno parlato di spari da un motoscafo e successivamente di un gruppo di uomini armati che sono saliti sulla nave. Per fortuna in quel momento non c’erano migranti e l’equipaggio si era messo in salvo. Chiediamo che la Farnesina faccia al più presto chiarezza su quanto avvenuto e fornisca tutti gli elementi necessari per capire la dinamica dell’attacco. Le organizzazioni umanitarie che operano nel Mediterraneo sono le uniche che forniscono supporto e aiuto ai migranti in mancanza di un piano per i corridoi umanitari europeo. E’ necessario garantire la loro sicurezza e capire le ragioni di quanto accaduto. L’Italia e l’Europa intervengano subito.

Giuseppe Civati, Beatrice Brignone, Luca Pastorino, Andrea Maestri, Toni Matarrelli

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati