Elezioni, Civati: Contro i problemi investimenti e ricerca non slogan violenti

Non è con l’odio e con il razzismo che si risolvono i problemi di chi è in difficoltà, ma con la riduzione delle disuguaglianze, con la giusta retribuzione del lavoro, con la progressività, con gli asili, la scuola e la ricerca
liberi e uguali

Non è con l’odio e con il razzismo che si risolvono i problemi di chi è in difficoltà, ma con la riduzione delle disuguaglianze, con la giusta retribuzione del lavoro, con la progressività, con gli asili, la scuola e la ricerca“. Lo afferma il segretario di Possibile, Giuseppe Civati, candidato di Liberi e Uguali in Lombardia, nel corso dell’incontro a Brescia nell’Auditorium Capretti.

“Non con i muri, che poi siamo dalla parte sbagliata del muro, immersi nel Mediterraneo – aggiunge Civati – ma con politiche nazionali e europee di nuovo segno, per l’uguaglianza e la libertà, in una parola, per il benessere delle cittadine e dei cittadini. E non è con gli slogan o con le parole violente, è con lo studio, la ricerca, non con i bonus, con gli investimenti mirati che si dà un futuro a questo Paese”.

  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait