Caso Regeni, Civati-Maestri: “Ritorno ambasciatore al Cairo a Ferragosto, scelta perfetta per insabbiare”

#

“Lascia davvero sgomenti la decisione di far tornare l’ambasciatore italiano al Cairo. Desta ulteriore sdegno, poi, la tempistica ferragostana: davvero perfetta nell’ottica dell’insabbiamento dell’uccisione di Giulio Regeni. È bastato far arrivare in Italia non meglio identificati atti dall’Egitto, inviati dal procuratore Sadek, per piegarsi definitivamente al presidente Al Sisi, in un momento di generale distrazione”. È quanto dichiarano il segretario di Possibile, Pippo Civati, e il deputato Andrea Maestri, commentando il ritorno dell’ambasciatore italiano in Egitto. “L’unica verità – aggiungono i due parlamentari – è che la Procura egiziana si è rifiutata di di consegnare il fascicolo sulla barbara uccisione di Giulio ai legali della famiglia, confermando tutti i sospetti sulla volontà del Cairo di depistare le indagini, fornendo una versione di comodo, a cui il governo italiano è disposto a credere per chiudere il caso, dimostrando non avere a cuore la verità, svendendo così la propria dignità. Una vergogna”.

  • 1.5K
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati