Cannabis: sciatto e superficiale il documento della Conferenza delle Regioni

“Il documento della Conferenza delle Regioni arrivato questa mattina nelle Commissioni Affari Sociali e Giustizia della Camera per esprimere la valutazione dell’organismo sulla proposta di legge per legalizzare la cannabis colpisce per superficialità e sciatteria“. Lo affermano in una nota i parlamentari dell’Intergruppo Cannabis Legale Pippo Civati, Benedetto Della Vedova, Vittorio Ferraresi e Daniele Farina. “Due pagine appena, in cui si accenna in poche righe a valutazioni tecniche che evidenzierebbero come ‘le norme stringenti’ adottate in materia di coltivazione, lavorazione e vendita della cannabis non avrebbero arginato ‘l’uso di droghe proibite'”. “Un parere negativo – proseguono i parlamentari – che arriva attraverso una serie di giustificazioni generiche e contraddittorie, ancor più incomprensibile se si pensa alle dichiarazioni favorevoli e alle politiche messe in campo da più di un Presidente di Regione. Prima si accenna al fatto che 12 regioni adottano leggi sull’uso terapeutico della cannabis e successivamente – sottolineano Civati, Della Vedova, Ferraresi e Farina – si mette nero su bianco che l’uso terapeutico è in discussione non solo per la sua sicurezza, ma persino per la sua efficacia. Ma non finisce qui: la legalizzazione della cannabis avrebbe gravi ripercussioni sanitarie visto che lo stesso prodotto da ‘ricreativo’ potrebbe diventare ‘terapeutico’ senza alcuna indicazione. Al netto del cambio repentino e inspiegabile d’opinione di molti Presidenti di Regione, noi continueremo la nostra iniziativa laica, razionale, fondata e sostenuta da pareri autorevoli e documentati come quello della Direzione Nazionale Antimafia, e promossa da 226 deputati”, concludono.

  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati