Attenzione: questa intercettazione di Lucano è un clamoroso falso — #Antivirus

E' prioritario smentire e dire con forza che questa è una ricostruzione fallace, scritta da un leader di un partito neofascista per gettare fango, attraverso l’attacco ad personam su Lucano, su un’esperienza di accoglienza che ha fatto scuola nel mondo e che continuiamo a sostenere. Aiutateci a farlo

[vc_row][vc_column][vc_column_text]“Gli fare­mo sposare…Ha 70 anni, è stu­pi­do, qua­si un ani­ma­le. Lei ha già avu­to 3 fogli di via, si nascon­de. Fa la pro­sti­tu­ta, non sareb­be un pro­ble­ma nean­che andar­ci a let­to se deve convincerlo”

Stan­no cir­co­lan­do tan­tis­si­mo in que­ste ore sui social que­ste fra­si, attri­bui­te (con tan­to di vir­go­let­te) a Dome­ni­co Luca­no, il sin­da­co di Ria­ce di cui si sta par­lan­do mol­to negli ulti­mi gior­ni dopo il suo arresto.

Al di là del­la que­stio­ne giu­di­zia­ria, dal vir­go­let­ta­to vie­ne fuo­ri il ritrat­to di un sin­da­co machia­vel­li­co, pron­to a tut­to (anche a cal­pe­sta­re la digni­tà di due per­so­ne) pur di com­bi­na­re un matri­mo­nio che per­met­te­reb­be a una per­so­na di ave­re la cittadinanza

Pec­ca­to che que­sta inter­cet­ta­zio­ne non esista.

Il testo ini­zia a cir­co­la­re ieri, rilan­cia­to da pro­fi­li Face­book e Twit­ter vici­ni alla destra e al Movi­men­to 5 Stelle.

Due esem­pi per tut­ti: Mas­si­mo Laz­za­ri, can­di­da­to alle regio­na­li del Lazio nel 2013 con il Movi­men­to 5 Stel­le, intor­no alle 19 di mer­co­le­dì 3 otto­bre pub­bli­ca que­sto post, in cui attri­bui­sce in modo “testua­le” a Luca­no que­ste parole.

Ivan Rus­so, gesto­re del­la pagi­na FB di Fra­tel­li d’Italia di Fog­gia, alle 14.36 del 3 otto­bre scri­ve que­sto post, che ha al momen­to ben 433 condivisioni.

E’ signi­fi­ca­ti­vo il fat­to che Ivan Rus­so usi la stes­sa imma­gi­ne (il col­la­ge del vol­to di Luca­no e del­la foto di spal­le una sex wor­ker di colo­re spes­so usa­ta in arti­co­li sul­la pro­sti­tu­zio­ne) uti­liz­za­ta anche da Rober­to Fio­re, lea­der dei neo­fa­sci­sti di For­za Nuo­va, che sem­bra esse­re sta­to il pri­mo (alle 12.39 di ieri) a far cir­co­la­re la fin­ta intercettazione.

Ovvia­men­te, mol­ti di colo­ro che han­no ripor­ta­to le “scan­da­lo­se fra­si del sin­da­co buo­ni­sta” non han­no attri­bui­to la loro ori­gi­ne al lea­der di For­za Nuova.

Alcu­ni post ripor­ta­no come fon­te Il Fat­to Quo­ti­dia­no, che però — come spie­ga Davi­de Vec­chi, gior­na­li­sta de Il Fat­to, e come è facil­men­te riscon­tra­bi­le acqui­stan­do l’edizione del 3 otto­bre - non l’ha mai riportata.

Altra pre­sun­ta fon­te è Il Seco­lo XIX, che nell’edizione del 3 otto­bre (che abbia­mo let­to e che è acqui­sta­bi­le qui) non ripor­ta alcun pas­sag­gio del genere.

Eppu­re, ai tan­ti che in que­ste ore stan­no con­ti­nuan­do a met­te­re in giro que­sta bufa­la non baste­reb­be mol­to per capi­re che que­ste paro­le sono una sin­te­si distor­ta, costrui­ta ad arte per met­te­re in cat­ti­va luce Luca­no, del­le vere inter­cet­ta­zio­ni, quel­le pub­bli­ca­te nell’istanza del GIP di Locri resa pub­bli­ca da questionegiustizia.it.

Le pagi­ne da leg­ge­re sono quel­le da 78 a 83, in cui si descri­ve il caso del “matri­mo­nio com­bi­na­to” che Mim­mo Luca­no avreb­be pro­va­to a orga­niz­za­re per aiu­ta­re una tren­ten­ne a non esse­re espul­sa dopo il dinie­go dei per­mes­si, ma che non ha più celebrato.

Con­cen­tria­mo­ci sul­le fra­si scrit­te da Fio­re nel­la sua libe­ra “sin­te­si”:

  • Le paro­le “gli fare­mo spo­sa­re”, mol­to sem­pli­ce­men­te, non sono pre­sen­ti nel testo del­la vera intercettazione;
  • Ha 70 anni, è stu­pi­do, qua­si un ani­ma­le -> In vari pun­ti dell’intercettazione Luca­no effet­ti­va­men­te descri­ve in que­sto modo l’uomo (“ne ha 70”, pag.84; “è uno stu­pi­do”, pag. 84; “que­sto è come un ani­ma­le“, pag. 85) ma non lo fa — come sem­bra nel vir­go­let­ta­to di Fio­re — per dire che sareb­be più faci­le cir­cuir­lo, ma per­ché la sua man­can­za di “con­sa­pe­vo­lez­za” sugli sco­pi del matri­mo­nio pone il sin­da­co di fron­te a un pro­ble­ma eti­co anche nei suoi con­fron­ti, oltre che nei con­fron­ti del­la trentenne.

Luca­no: … e ma scu­sa­mi io ti sto chie­den­do … per­ché devo dire davan­ti a me si pre­sen­ta la signo­ra tizia e caia … alla qua­le chie­do se vuo­le pren­de­re in spo­so il qua pre­sen­te … e lei mi dice si a pie­no tito­lo del­la pro­pria intel­li­gen­za e del­la con­sa­pe­vo­lez­za … quan­do gli chie­do come si chia­ma la fidan­za­ta …non lo sa come si chia­ma .… allo­ra lo sta­te cir­cuen­do per pren­de­re i docu­men­ti … ma io lo so que­sto … lo so que­sto … e vi dico pure va bene, però alme­no deve esse­re con­sa­pe­vo­le lui non che lo pren­de­te in giro per­ché lui è con­vin­to che se ne va a casa a dor­mi­re con lei. Que­sto è umi­lia­re un esse­re uma­no … fac­cia­mo i raz­zi­sti al con­tra­rio che suc­ce­de … que­sti sono gli effet­ti del­la leg­ge Min­ni­ti per­ché que­sta è sta­ta dinie­ga­ta tre vol­te e deve tor­na­re in Nige­ria … però tu non puoi gio­ca­re sul­la pel­le di uno che non è nem­me­no consapevole.

  • Fa la pro­sti­tu­ta -> La paro­la “pro­sti­tu­ta” nel testo del­le inter­cet­ta­zio­ni è pre­sen­te solo una vol­ta. Non per spie­ga­re che secon­do Luca­no que­sto sareb­be un aspet­to che faci­li­te­reb­be il matri­mo­nio, come lascia inten­de­re Fio­re, ma per rac­con­ta­re la sto­ria del­la ragaz­za, che è sta­ta tol­ta dal­la stra­da da una per­so­na il cui nome non è pre­sen­te nel­le inter­cet­ta­zio­ni, pro­ba­bil­men­te un/una cono­scen­te del Sin­da­co, e a cui è sta­ta data una casa.

“Xxxx yyyy le ha dato un pas­sag­gio quan­do face­va la pro­sti­tu­ta, l’ha recu­pe­ra­ta e poi le abbia­mo dato una casa, non c’entra con lo SPRAR o con il CAS, l’abbiamo pre­sa dal­la strada.

  • Anche le paro­le “non sareb­be un pro­ble­ma nean­che andar­ci a let­to se deve con­vin­cer­lo” sono total­men­te inventate.

Nell’intercettazione Luca­no si pone più vol­te il “pro­ble­ma”, sem­bra estre­ma­men­te com­bat­tu­to su cosa fare e ritie­ne che uno scam­bio di ses­so (“lui vuo­le sta­re come vero mari­to e moglie”) in cam­bio del matri­mo­nio che per­met­te­reb­be alla ragaz­za di rima­ne­re a Ria­ce sareb­be “come una violenza”.

Luca­no: Lui vuo­le sta­re come vero mari­to e moglie … omis­sis … Xxxx yyyy a me dispia­ce tut­to quel­lo che è suc­ces­so però quel gior­no ave­vo capi­to che suc­ce­de­va qual­co­sa … crea pro­ble­mi per­ché lui è uno stu­pi­do, capi­to? … hai capi­to che è uno stupido?

[…]

Luca­no: … que­sto è l’effetto del­la leg­ge Minniti

Xxxx yyyy: que­sta (“Xxxx yyyy”) ha tren­ta­sei anni, lui ne ha…

Luca­no: ne ha 70 …

Xxxx yyyy: no, 70 no!

Luca­no: come no, è del ‘47

Xxxx: … qua è un’altra cosa, qua si sta par­lan­do di matri­mo­nio com­bi­na­to per i documenti

Xxxx yyyy: lei maga­ri vuo­le per i docu­men­ti, lui inve­ce no, lui se la vuo­le por­ta­re a casa giu­sta­men­te, quan­do la pri­ma not­te tu gli dici che te ne devi anda­re a xxxx …

Luca­no: … mi dispia­ce per­ché è come subi­re una vio­len­za per un caz­zo di documento …

Alla fine il matri­mo­nio non sarà cele­bra­to, pro­prio per deci­sio­ne del sindaco.

Ovvia­men­te, sarà il giu­di­ce a sta­bi­li­re se gli atti di Luca­no sono sta­ti ille­ga­li o meno.

Ma in que­sto momen­to è prio­ri­ta­rio smen­ti­re e dire con for­za che que­sta è una rico­stru­zio­ne fal­la­ce, scrit­ta da un lea­der di un par­ti­to neo­fa­sci­sta per get­ta­re fan­go, attra­ver­so l’attacco ad per­so­nam su Luca­no, su un’esperienza di acco­glien­za che ha fat­to scuo­la nel mon­do e che con­ti­nuia­mo a soste­ne­re. Aiu­ta­te­ci a farlo.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.

Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter.
Partecipa anche tu!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Congresso 2024: regolamento congressuale

Il con­gres­so 2024 di Pos­si­bi­le si apre oggi 5 apri­le: dif­fon­dia­mo in alle­ga­to il rego­la­men­to con­gres­sua­le ela­bo­ra­to dal Comi­ta­to Organizzativo.

Il salario. Minimo, indispensabile. Una proposta di legge possibile.

Già nel 2018 Pos­si­bi­le ha pre­sen­ta­to una pro­po­sta di leg­ge sul sala­rio mini­mo. In quel­la pro­po­sta, l’introduzione di un sala­rio mini­mo lega­le, che rico­no­sces­se ai mini­mi tabel­la­ri un valo­re lega­le erga omnes quan­do que­sti fos­se­ro al di sopra del­la soglia sta­bi­li­ta, for­ni­va una inno­va­ti­va inter­pre­ta­zio­ne del­lo stru­men­to, sino a quel tem­po bloc­ca­to dal timo­re di ero­de­re pote­re con­trat­tua­le ai sin­da­ca­ti. Il testo del 2018 è sta­to riscrit­to e miglio­ra­to in alcu­ni dispo­si­ti­vi ed è pron­to per diven­ta­re una pro­po­sta di leg­ge di ini­zia­ti­va popolare.

500.000 firme per la cannabis: la politica si è piantata? Noi siamo per piantarla e mobilitarci.

500.000 fir­me per toglie­re risor­se e giro d’affari alle mafie, per garan­ti­re la qua­li­tà e la sicu­rez­za di cosa vie­ne ven­du­to e con­su­ma­to, per met­te­re la paro­la fine a una cri­mi­na­liz­za­zio­ne e a un proi­bi­zio­ni­smo che non han­no por­ta­to a nes­sun risul­ta­to. La can­na­bis non è una que­stio­ne secon­da­ria o risi­bi­le, ma un tema serio che riguar­da milio­ni di italiani.

Possibile per il Referendum sulla Cannabis

La can­na­bis riguar­da 5 milio­ni di con­su­ma­to­ri, secon­do alcu­ni addi­rit­tu­ra 6, mol­ti dei qua­li sono con­su­ma­to­ri di lun­go cor­so che ne fan­no un uso mol­to con­sa­pe­vo­le, non peri­co­lo­so per la società.
Pre­pa­ra­te lo SPID! Sarà una cam­pa­gna bre­vis­si­ma, dif­fi­ci­le, per cui ser­vi­rà tut­to il vostro aiu­to. Ma si può fare. Ed è giu­sto provarci.

Corridoi umanitari per chi fugge dall’Afghanistan, senza perdere tempo o fare propaganda

La prio­ri­tà deve esse­re met­te­re al sicu­ro le per­so­ne e non può esse­re mes­sa in discus­sio­ne da rim­pal­li tra pae­si euro­pei. Il dirit­to d’asilo è un dirit­to che in nes­sun caso può esse­re sot­to­po­sto a “vin­co­li quan­ti­ta­ti­vi”. Ser­vo­no cor­ri­doi uma­ni­ta­ri, e cioè vie d’accesso sicu­re, lega­li, tra­spa­ren­ti attra­ver­so cui eva­cua­re più per­so­ne possibili. 

Nasce il coordinamento dei comitati di Possibile del sud

 Oggi a Napo­li sono sce­se in piaz­za le asso­cia­zio­ni riu­ni­te ne La via mae­stra, per sol­le­va­re l’al­lar­me sul disa­stro­so pro­get­to dell’autonomia dif­fe­ren­zia­ta e l’attenzione sui

17 maggio, non c’è nulla da festeggiare

Crea­re un cli­ma di sospet­to, dif­fi­den­za e pau­ra ha l’effetto deva­stan­te di sfo­cia­re in odio che si tra­du­ce in vio­len­za, spes­so fisi­ca, a sca­pi­to di per­so­ne che vor­reb­be­ro solo vive­re la pro­pria vita come tut­te le altre sen­za nega­re nul­la nessuno.

All’odio rispondiamo con l’Orgoglio

È sem­pre più un qua­dro allar­man­te quel­lo che ci si pro­spet­ta in occa­sio­ne del 17 mag­gio di fron­te alla pub­bli­ca­zio­ne del­la Rain­bow Map di ILGA-Euro­pe. L’Italia sci­vo­la anco­ra più in bas­so rispet­to al 2023 acqui­sen­do un mise­ro 25%.