A Sesto Fiorentino, Possibile contro ogni politicismo

Pur avendo preferito poter conoscere in anticipo la squadra da sostenere al prossimo ballottaggio, Possibile, per il bene di Sesto, dichiara il proprio voto a favore del sindaco Falchi e invita tutti gli elettori a fare la stessa cosa. Perché diversamente da altri per noi non è una questione di seggiole e di equilibri, ma una scelta politica: quella di risanare la città, a qualsiasi costo.

63% contro 73%. È questo il primo dato che risalta rispetto alle elezioni amministrative di Sesto Fiorentino (50mila abitanti circa, feudo della sinistra alle porte di Firenze), un dato che registra una crescita dell’astensione rispetto al 2011 di 10 punti percentuali. Un calo della partecipazione che si associa alla divisione in tre blocchi del voto: 32% per Lorenzo Zambini (PD, IDV, PSI e liste civiche), 27% per Lorenzo Falchi (SI, Per Sesto) e 19% per Maurizio Quercioli (Sesto Bene Comune, Possibile, Alternativa Libera, Rifondazione comunista).

La coalizione a sostegno di Maurizio Quercioli, visto il risultato ottenuto, nel rispetto della volontà espressa dai cittadini sestesi ha chiesto l’apparentamento, come impegno programmatico e di visione, anche attraverso un appello ufficiale alla democrazia e alla responsabilità politica, lanciato dal Comitato Valibona Possibile, della Piana Fiorentina, al candidato sindaco Lorenzo Falchi.

Sinistra Italiana, cancellando di fatto la volontà degli elettori, ha rifiutato la proposta fatta e ha proposto, al contrario, un accordo politicista, con promesse di assessorati in cambio di un appoggio al ballottaggio.

Riteniamo che il rifiuto dell’apparentamento da parte di Sinistra Italiana sia un errore molto grave, soprattutto per chi continua a sbandierare l’unità a sinistra, soprattutto per chi, insieme a noi sta portando avanti la battaglia contro la Riforma Costituzionale, a tutela della democrazia partecipata.

Resta il fatto che a Sesto abbiamo tutti una responsabilità importante, quella di difendere i cittadini da inceneritore e nuovo aeroporto e per tale motivo, pur avendo preferito poter conoscere in anticipo la squadra da sostenere al prossimo ballottaggio, Possibile, per il bene di Sesto, dichiara il proprio voto a favore del sindaco Falchi e invita tutti gli elettori a fare la stessa cosa. Perché diversamente da altri per noi non è una questione di seggiole e di equilibri, ma una scelta politica: quella di risanare la città, a qualsiasi costo.

Riteniamo positivo inoltre il fatto che Lorenzo Falchi abbia firmato il Patto programmatico Zero Waste, per una gestione virtuosa dei rifiuti, ribadendo così la sua contrarietà agli impianti di incenerimento.

Resta la domanda lecita, che rivolgiamo direttamente a Falchi, su come darà concretezza ai punti programmatici di Zero Waste, essendo, Sesto, in un contratto di gestione unica per lo smaltimento dei rifiuti, con Firenze e i Comuni della Piana fiorentina. La risposta sarà una garanzia a beneficio di tutti i cittadini.

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Post Correlati