Ripartiamo dal nostro magazzino, il Rifugio di una politica solidale e legata al territorio

La fraternità, quel terzo principio rivoluzionario che accompagna la libertà e l’uguaglianza che dimentichiamo sempre e che vogliamo rimettere al centro della nostra azione politica. Liberi, Uguali e Fraterni, potremmo dire.
#

Abbiamo inaugurato il Rifugio Possibile a gennaio, prima dell’inizio della campagna elettorale e volutamente abbiamo lasciato sospese le attività che avevamo in mente, perché non volevamo che le iniziative solidali potessero essere confuse e strumentalizzate con la ricerca di consenso.

Ora è il momento di partire. Di ripartire.

Questo piccolo magazzino, situato in una “terra di mezzo” tra due province e due comuni, Senigallia e Marotta, in una strada di collegamento tra la costa e l’interno della Valle del Cesano, è la sede di Possibile Marche e nasce con l’intento di essere non solo luogo di aggregazione e riunioni, ma, soprattutto, di iniziativa solidale. Un modo per unire la politica delle istituzioni a quella per strada, tra le persone, a partire da quelle che sono più in difficoltà.

L’idea è nata dopo le raccolte di scarpe che abbiamo fatto con l’aiuto di Hope For Children per i profughi che, scalzi, scappavano lungo la rotta balcanica, e poi le successive raccolte di generi di prima necessità per le vittime del sisma. La risposta ampissima e generosa di tante persone ci ha fatto capire che c’è un tessuto forte e solidale intorno a noi, ma è la politica ad essersene privata in questi anni.

La fraternità, quel terzo principio rivoluzionario che accompagna la libertà e l’uguaglianza che dimentichiamo sempre e che vogliamo rimettere al centro della nostra azione politica. Liberi, Uguali e Fraterni, potremmo dire.

E’ la principale urgenza che noi in questo momento avvertiamo: rammendare un tessuto che in questi anni difficili si è sfliacciato, unendo i tanti fili buoni che ci sono intorno a noi.

Rimboccarsi le maniche per essere vicini a chi è in difficoltà, ma tenendo insieme l’azione politica fatta di studio, di atti, di approfondimento serio e rigoroso.

La stessa esperienza può essere replicata altrove e, anzi, invitiamo i comitati di Possibile a farlo e a scambiarsi idee, proposte, soluzioni, interventi. A costruire insieme una rete che sia politica e solidale.

Noi ci mettiamo a disposizione e siamo al lavoro per capire quali interventi possano essere più utili e urgenti e cosa siamo in grado di offrire, lo faremo con l’aiuto di tutti quelli che vorranno offrire un po’ di tempo, competenza e disponibilità.

Non sappiamo quanto durerà questa lunga notte, ma ciascuno con la propria lanterna possiamo, dobbiamo, attraversarla.

  • 211
  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait