Minniti e Pinotti rappresentano banalità del male

I ministri dell’interno Minniti e della difesa Pinotti ci somministrano l’ultimo atto di una sequela di provvedimenti contra migrantes che confermano una linea politica precisa sui diritti umani
migranti-libia

[vc_row][vc_column][vc_column_text]I mini­stri dell’interno Min­ni­ti e del­la dife­sa Pinot­ti ci som­mi­ni­stra­no l’ultimo atto di una seque­la di prov­ve­di­men­ti con­tra migran­tes che con­fer­ma­no una linea poli­ti­ca pre­ci­sa sui dirit­ti uma­ni (tema che riguar­da tut­ti noi e la qua­li­tà di una demo­cra­zia): la loro mer­ci­fi­ca­zio­ne e relativizzazione.

Mis­sio­ne in Niger: dico­no che è di mero sup­por­to e adde­stra­men­to dei mili­ta­ri nige­ri­ni e allo­ra per­ché invia­mo ben 130 mez­zi ter­re­stri? Per mili­ta­riz­za­re il con­fi­ne con la Libia e bloc­ca­re le rot­te dei migran­ti. Che tro­ve­ran­no altre stra­de per fug­gi­re da guer­re, per­se­cu­zio­ni e mise­ria (di cui l’Occidente ric­co por­ta enor­mi respon­sa­bi­li­tà). Stra­de più insi­cu­re e respin­gi­men­ti ver­so pae­si insi­cu­ri come il Sudan di Al Bashir. Dopo il Medi­ter­ra­neo, cimi­te­ro d’acqua, avre­mo il deser­to come nuo­vo cimi­te­ro di sab­bia. E per­ché tut­to que­sto? Per aumen­ta­re l’influenza stra­te­gi­ca ita­lia­na in Afri­ca, asse­con­da­re i desi­de­ra­ta dei part­ners mode­ra­ti euro­pei, usa­re il con­te­ni­men­to dei flus­si migra­to­ri (a costo di vio­la­re, diret­ta­men­te o indi­ret­ta­men­te, i fon­da­men­ta­li dirit­ti uma­ni) in chia­ve elet­to­ra­le.

Sul­lo sfon­do riman­go­no i cam­pi di pri­gio­nia che l’Italia ha con­tri­bui­to a riem­pi­re di esse­ri uma­ni finan­zian­do il lavo­ro spor­co in mare del­la guar­dia costie­ra libi­ca, gli accor­di con gli (ex?) traf­fi­can­ti, la guer­ra alle Ong.

Min­ni­ti e Pinot­ti occu­pa­no la sce­na ma non fan­no né ride­re né pian­ge­re: rap­pre­sen­ta­no quel­la che Han­nah Arendt chia­me­reb­be la bana­li­tà del male.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.

Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter.
Partecipa anche tu!

Ultimi articoli

Era il 23 settembre quando il Presidente del Consiglio Mario Draghi, all’Assemblea di Confindustria, dice “Il governo non aumenterà le tasse, è il momento di dare non prendere”. Quello che viene da chiedersi, guardando la timidissima manovra, è a chi diamo, e soprattutto a chi non diamo.
La Ministra dell’Interno Lamorgese dovrebbe chiarire quale sia l’intenzione del governo circa la sorte degli ottocento precari rimasti in carico presso le sedi di servizio interessate dalle procedure di regolarizzazione e delle medesime istanze sospese.
La priorità è difendere la vittima, difendere chi denuncia, anche e soprattutto quando lo Stato chiede espressamente alla vittima di denunciare per poter intervenire.