Animali possibili e dove trovarli

Per una volta non parleremo della balena bianca e delle macchie del giaguaro, almeno non in ‘quel’ senso.

Parleremo del benessere animale, della qualità complessiva dell’ambiente, del rispetto che si deve portare a noi stessi e al mondo nel quale viviamo.

È la prima festa della politica animale e animalista e discuteremo insieme di cose che accadono in Italia, a cominciare da questioni di grande attualità, come la situazione dei parchi nazionali, la caccia (soprattutto quella, costosissima, che si continua a promuovere «in deroga» alle direttive e alle leggi), alla gestione dei rifugi, alla promozione del turismo per gli umani ‘accompagnati’ e a mille altre questioni in un Paese in cui spopolano gli animali domestici e d’altra parte maggiore impegno andrebbe destinato alla tutela della biodiversità, una delle nostre poche materie prime.

L’idea di Beatrice Brignone è forte e aperta a tutti coloro che vorranno parteciparvi. E sarà anche un’occasione per parlare di alcuni «animali politici», quelle metafore che accompagnano da sempre la politica e le sue forme organizzate: la volpe e il leone, la lupa, la tartaruga con la vela e molto altro ancora.

  •  
  •  
  •  
  •  

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.
Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter. Partecipa anche tu!

Iscriviti alla newsletter di Possibile

Please wait

Post Correlati