Mps: violata la libertà d’informazione e il diritto dei giornalisti a non rivelare le fonti

Abbiamo deciso di preparare un’interrogazione urgente al Ministro della giustizia su quanto sta accadendo al processo per la presunta divulgazione di materiale riservato su Monte […]

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Fine vita: abbiamo bisogno di indignazione più produttiva

La vicenda di Fabiano Antoniani ha fatto tornare tristemente in auge il tema del fine vita, e dell’assenza di una legge che affronti con civiltà […]

  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  

Renzi, D’Alema, l’Ulivo e la xylella: la coda di paglia del Líder Máximo

Ieri sera D’Alema era a Genova per presentare il suo nuovo movimento – “suo” detto senza malizia – quando a un certo punto mi ha dedicato un pensiero un po’ stizzito. Domenica infatti avevo chiuso la nostra Costituente delle idee dicendo, fra parecchie altre cose secondo me pure più interessanti (ma transeat), che parla di Ulivo chi lo ha distrutto, “la xylella che vuole rifare l’Ulivo”. Che D’Alema si sia sentito chiamato in causa è indicativo, ma in realtà non ce n’era motivo perché non mi riferivo a lui, mi riferivo a Renzi che riparla di centrosinistra, appunto, dopo averlo distrutto.

  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  

Di cosa parla Beppe Grillo quando parla di cittadinanza

Come in tutte le questioni che dividono il Movimento, Beppe Grillo intercetta il pallone e calcia una bordata fuori dal campo, urlando «referendum!». E’ il caso, questa volta, della discussione sulla riforma della cittadinanza, uscita dai lavori alla Camera con uno ius soli molto temperato e ora bloccata al Senato, affrontata da Grillo rilanciando sul blog un post – udite udite! – del maggio del 2013, nel quale si dicono tre cose.

  • 162
  •  
  •  
  •  
  •  

Ora che abbiamo imparato a camminare, ci è venuta voglia di correre.

Mille partecipanti, che per tre giorni si sono trovati a Roma in quasi sessanta ore di discussione su oltre duecento contributi, per parlare di #cosedifuturo, […]

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Possibile offre tutela legale alle vittime di Follonica

Rispetto a quanto accaduto a Follonica e soprattutto rispetto alle strumentalizzazioni politiche del leghista Matteo Salvini, ci dichiariamo disponibili fin d’ora a fornire assistenza legale gratuita alle vittime di violenza e sequestro nei confronti degli autori di questo odioso reato.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’indagine Consip e la solita cautela che questi non imparano

Mano Lillo su Il Fatto Quotidiano oggi torna sull’indagine che coinvolge il ministro dello sport Luca Lotti e Tiziano Renzi, padre del premier e Alfredo Romeo, chiacchierato imprenditore romano da sempre molto vicino alla politica per la gestione dei suoi affari. Ma non è l’indagine giudiziaria in questo momenti che ci interessa (la magistratura seguirà il suo corso e avremo modo di sapere quanto siano consistenti le accuse) quanto piuttosto un antipatico siparietto che vede coinvolto il giornalista e Michele Emiliano, fresco candidato alla segreteria del PD proprio contro Renzi.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Legge 194: non servono soluzioni di emergenza ma un quadro legislativo chiaro

Esattamente un anno fa Possibile ha depositato alla Camera, nel disinteresse generale, una proposta di legge per la corretta applicazione della legge 194 e per far fronte all’obiezione di coscienza che ormai sfiora percentuali medie del 70% tra personale medico e paramedico in tutta Italia. Perché purtroppo, malgrado iniziative meritorie come quella della Regione Lazio, il problema è politico e va articolato correttamente per legge.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Una giustizia che va tutta a destra

Il ministero della Giustizia ha precarizzato i magistrati onorari, pentendosene solo dopo la sollevazione generale delle Procure della Repubblica, vuole togliere il diritto di appello ai richiedenti asilo, si disinteressa della Convenzione di Ginevra sui rifugiati: la barra è fissa verso destra.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Dopo la tre giorni, il lavoro proseguirà (è solo l’inizio)

Metà elaborazione, metà mobilitazione: questo il programma. Come andare in palestra, ma per esercitarsi in qualcosa di nuovo e di collettivo: #cosedifuturo, insomma. Inviteremo tutti i soggetti interessati: chi vorrà partecipare, lo farà alla pari. Saremo ospiti nel senso migliore e più concreto del termine, dando a tutti la possibilità di partecipare, di intervenire e di decidere. Con la stessa logica del tour ricostituente, i parlamentari e gli esperti che daranno la loro disponibilità raggiungeranno i comitati per discutere e per programmare insieme soluzioni di governo e iniziative di partecipazione popolare.

  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  

Iscriviti alla newsletter di Possibile.

Please wait

I NOSTRI SOCIAL

Top