Istruzioni

Tutto quello che c’è da sapere per entrare in Possibile.
Alcuni collegamenti rapidi:
nuova iscrizione
rinnovo della tessera
creare un comitato
restare in contatto
donazioni e gadget
il partito
Statuto e Patto repubblicano

 

Entrare in Possibile è molto semplice e veloce: lo strumento per tesserarsi è il nostro sito, www.possibile.com. Vai sul riquadro partecipa, al centro dell’home page, e scegli se sottoscrivere la tua tessera, proporre un comitato (o anche solo iscriverti alla newsletter o fare una donazione).

È un modo per esprimere in modo più deciso il tuo sostegno a Possibile, essere coinvolto nelle campagne e nelle attività, entrare in contatto con altri militanti della tua zona.

Puoi tesserarti direttamente cliccando dal riquadro partecipa su iscriviti: compila la richiesta con i tuoi dati, scegli il comitato a cui aderire, scegli che quota versare – a partire da 15 euro annui – e clicca su conferma iscrizione, verrai portato su PayPal per il pagamento. Una volta tesserato riceverai una mail di benvenuto, e il portavoce del comitato da te scelto sarà avvisato della tua iscrizione.
La tessera ti sarà spedita per posta, effettuiamo circa una spedizione al mese.
Per proporre la nascita di un nuovo comitato nella tua zona dovete essere almeno in 10 e non più di 50 membri (salvo casi eccezionali, come ad esempio per i comitati esteri, che vengono autorizzati dall’organizzazione).
Sempre partendo dall’home page e dal riquadro “partecipa” clicca su crea un comitato: sceglietevi un nome per il vostro comitato, e decidete tra voi chi sarà il portavoce che farà semplicemente da tramite e potremo contattare per le comunicazioni con voi. Compilate tutti i campi per ogni iscritto proposto, indicate se si è già tesserato autonomamente o no.
Una volta inseriti i dati cliccate su invia a fine pagina: riceveremo la vostra richiesta e la valuteremo nel minor tempo possibile. Quando sarà approvata, il portavoce riceverà una mail di conferma con le istruzioni per il versamento di tutte le quote di iscrizione. Una volta completato il versamento, riceverete una conferma via mail, e in seguito le tessere, via posta.
Il singolo iscritto può pagare tramite Paypal o, dalla stessa pagina di checkout, cliccando su “Non hai un conto PayPal?”, con carta di credito.
Il comitato – nella persona del portavoce – riceverà invece una mail con le istruzioni di pagamento e la quota minima da versare una volta terminata la procedura di verifica e approvazione.
Il nostro scopo è di avere tanti comitati diffusi in modo molto capillare in tutto il paese. Potete aprire un comitato anche se nella vostra città ne esistono già altri, potete aprirlo in una zona specifica o raggruppando piccoli comuni della periferia o di una vallata, o anche solo per mettere insieme persone che in quel territorio sono unite da un interesse comune. Più siamo e più comitati riusciamo ad aprire, più attiva sarà la nostra comunità. Meglio avere tanti comitati ovunque, che possono crescere, che pochi comitati molto centralizzati.
Usate la fantasia: il nome del vostro comitato non deve essere per forza quello del posto in cui state, anzi. Visto che magari nella vostra città nasceranno più comitati, sarebbe ben triste che si chiamassero “Milano 1”, Milano 2”, e così via. Scegliete nomi che vi ispirino, fondate il comitato “Nelson Mandela” o “Bob Marley”, il comitato “Poeti maledetti” o il comitato “Achab”, E partite alla caccia della balena bianca 😉
Un’ultima cosa: ci chiamiamo Possibile, non “è possibile”.

 

Dopo aver creato il comitato, o comunque il prima possibile, vi consigliamo di organizzare un incontro pubblico, dandone notizia localmente, e di portare un portatile o tablet, in modo da poter raccogliere sul posto i dati e le quote di chi si vuole iscrivere. Sarà poi compito vostro inserire quei dati sul nostro sito e versare le quote raccolte per conto loro.
Si possono tesserare tutti i cittadini italiani che abbiano compiuto i 16 anni di età, e i cittadini stranieri in possesso di regolare permesso di soggiorno.
L’iscrizione è vietata e può essere revocata a militanti attivi, dirigenti ed eletti attualmente membri di altri partiti politici.
Gli iscritti ad associazioni, i membri di liste civiche o reti possono iscriversi a Possibile.
Inoltre, associazioni, liste civiche, reti e soggetti politici che vogliono collaborare con Possibile possono aderire sottoscrivendo come carta dei valori il nostro Patto Repubblicano, mantenendo la loro autonomia e soggettività.
Non aprite pagine, account Twitter, blog o siti regionali, provinciali, di capoluogo, peraltro quasi certamente esistono già da prima. Solo dopo aver aperto un comitato, se volete creare canali di comunicazione via web, potete aprire insieme ai vostri compagni la pagina Facebook del vostro comitato, l’account Twitter del vostro comitato, il blog o il sito del vostro comitato: insomma, personalizzatevi.
La struttura di Possibile si basa sui comitati, che eleggono ognuno uno o due portavoce; i comitati che insistono in uno stesso territorio sono tenuti a coordinarsi tra loro, nelle forme che ritengono più efficaci. Se ancora non ci conosciamo, l’organizzazione potrebbe contattare te e il tuo comitato attraverso alcuni facilitatori informali, e potremo promuovere insieme momenti comuni e assemblee tra più comitati decidendolo collegialmente.
Al livello nazionale operano tre organismi – uno organizzativo, uno scientifico, e uno di garanzia – che sono contattabili attraverso il sito (a partire da qui) per domande e proposte.
Le quote associative, le donazioni, il ricavato delle raccolte a progetto o durante gli eventi servono a mantenere la struttura, organizzare appuntamenti, pagare i fornitori. Tutto verrà rendicontato in modo trasparente, entro la fine di ogni anno con l’approvazione del bilancio preventivo dell’anno successivo, e quello consuntivo entro il 31 maggio. I comitati possono autofinanziarsi per provvedere alle loro spese, a patto che presentino anche loro un rendiconto negli stessi termini.
Su possibile.com trovi il Patto Repubblicano  che abbiamo adottato come nostra carta dei valori e che è sottoscrivibile da chiunque, anche dai non aderenti.
Si trova sempre sul sito: a questo link.

Se hai segnalazioni o problemi scrivi a [email protected]

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Comments (1)

[…] spieghiamo su possibile.com, il fatto di dover scegliere un nome quando si registra un comitato permette di non usare solo […]

I Commenti sono chiusi.