Manifesto per l’Italia Possibile

Pos­si­bi­le dà appun­ta­men­to a tut­ti il 16 set­tem­bre a Mila­no, dal­le 14 alle 18 al Magna Pars di via Tor­to­na 15, per la pre­sen­ta­zio­ne del #Mani­fe­sto, le fon­da­men­ta­li linee pro­gram­ma­ti­che e il nostro pro­get­to, che voglia­mo sia cul­tu­ra­le e poli­ti­co pri­ma che elettorale.
Uno stru­men­to che met­tia­mo a dispo­si­zio­ne di tut­ti, per aggre­ga­re le disper­se vir­tù del­la sini­stra e del­le for­ze lai­che e repubblicane.
Lo pre­sen­te­re­mo assie­me alle per­so­ne che han­no con­tri­bui­to a sti­lar­lo con noi e ci sarà uno spa­zio per le miglio­ri pro­po­ste che ci per­ver­ran­no a [email protected] entro il 10 di set­tem­bre.

 

Sono invitati tutti coloro che credono nella sinistra e nella Repubblica. Astenersi perditempo. Vietato introdurre politicismi e idiosincrasie personali. E soprattutto vietato “vetare”.

 

Leg­gi il #Mani­fe­sto

 

VIDEO

[ff id=“3”]

 

QUANDO

saba­to
16
set­tem­bre


dal­le 14:00 alle 18:00

Quan­to manca:

[wc_countdown date=“Sep 16, 2017, 2:00:00 PM” format=“dHMs” labels=“Anni,Mesi,Settimane,Giorni,Ore,Minuti,Secondi” labels1=“Anno,Mese,Settimana,Giorno,Ora,Minuto,Secondo” message=“Si comincia!”]

 

DOVE

Magna Pars
via Tor­to­na 15
(MM Por­ta Genova)
Mila­no

 

Bike sha­ring

  • via Ber­go­gno­ne ango­lo via Tor­to­na (190 mt)
  • Por­ta Geno­va (190 mt)

 

Metro­po­li­ta­na

Linea M2 (ver­de) — Fer­ma­ta Por­ta Geno­va (200mt)

 

Tram

  • Linee 2 — 9 — 10 Fer­ma­ta Posta Genova
  • Linea 14 Fer­ma­ta Via Montevideo

 

Auto

Via Tor­to­na è fuo­ri dal­l’a­rea C e da zone a traf­fi­co limitato.
Par­cheg­gio MUDEC (500 mt)
2€/ora — cal­co­la percorso

 

Dona

Aiu­ta­ci a copri­re i costi per affit­ta­re e alle­sti­re la loca­tion. Come sem­pre gli even­ti di Pos­si­bi­le sono rea­liz­za­ti gra­zie al con­tri­bu­to di tan­te e tan­ti volon­ta­ri e dai sol­di che i soste­ni­to­ri met­to­no a dispo­si­zio­ne attra­ver­so pic­co­le dona­zio­ni tra­spa­ren­ti.

DONA PER QUESTO EVENTO

Le dona­zio­ni sono rac­col­te attra­ver­so il nostro siste­ma di micro-cro­w­d­foun­fing di viva.possibile.com

 

Ultimi aggiornamenti

Sei appun­ta­men­ti (più uno spin off a Reg­gio Emi­lia su pace e disar­mo), il pros­si­mo wee­kend, che segna­no la pri­ma occa­sio­ne in cui tut­ti colo­ro che par­te­ci­pa­no (o sono curio­si) alla costru­zio­ne di Libe­ri, libe­re e ugua­li potran­no dire la pro­pria sul pro­gram­ma che sot­to­por­re­mo agli elettori.
Quel­lo che chie­dia­mo per la pros­si­ma legi­sla­tu­ra è un impe­gno per l’uguaglianza, la liber­tà e la partecipazione
Un’occasione di appro­fon­di­men­to e di con­fron­to, per­ché alcu­ne solu­zio­ni coin­ci­do­no, altre diver­go­no, ma la solu­zio­ne di que­sta diver­gen­za cre­do pos­sa esse­re uti­le al dibat­ti­to pub­bli­co, nel per­cor­so ver­so la defi­ni­zio­ne di una pro­po­sta elet­to­ra­le a sini­stra, nel segno dell’uguaglianza.
La lun­ga discus­sio­ne di saba­to scor­so a Mila­no sul Mani­fe­sto di Pos­si­bi­le è sta­ta per me un momen­to di gran­de sod­di­sfa­zio­ne anche come costi­tu­zio­na­li­sta. È un bel modo di festeg­gia­re gli ormai pros­si­mi settant’anni del­la nostra Costi­tu­zio­ne, in modo dav­ve­ro non mera­men­te ritua­le (come temo inve­ce che acca­drà in mol­te sedi).
Un lavo­ro che met­tia­mo a dispo­si­zio­ne di tut­ti, ma pro­prio tut­ti, non dei soli­ti par­ti­ti del­la sini­stra. Leg­ge­te­lo, cri­ti­ca­te­lo, miglio­ria­mo­lo assie­me, entria­mo anco­ra più nel det­ta­glio del­le pro­po­ste. Scri­ve­te­ci come sem­pre a [email protected]