rifugiati

#

23 Feb: Una giustizia che va tutta a destra

Il ministero della Giustizia ha precarizzato i magistrati onorari, pentendosene solo dopo la sollevazione generale delle Procure della Repubblica, vuole togliere il diritto di appello ai richiedenti asilo, si disinteressa della Convenzione di Ginevra sui rifugiati: la barra è fissa verso destra.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

21 Feb: Dalla parte dell’umanità (e contro il “pacchetto Minniti”)

Otto punti con i quali contrasteremo in tutti i luoghi, istituzionali e non, la disumanità e l’inefficacia del «pacchetto Minniti». Partecipa alla nostra campagna: firma l’appello, resta informato, partecipa alla mobilitazione, segnalaci gravi violazioni dei diritti, buone e cattivissime pratiche di accoglienza. Schierati con noi dalla parte dell’umanità.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

23 Gen: Cosa ho visto tra i migranti ragazzini bloccati a Belgrado

«E’ una situazione mai vista prima». Comincia così il racconto di Lissett, dirigente dell’associazione “Refugees Aid Serbia”. La presenza di profughi bloccati in Serbia non è nuova: questa estate, con la chiusura delle frontiere europee, sono state gettate le basi della crisi umanitaria che, in queste ore, colpisce i profughi presenti a Belgrado. L’unica differenza è il cambio di stagione, che costringe al gelo tra le 700 e le 1200 persone, in capannoni abbandonati nei pressi della stazione di Belgrado, gli stessi dove già questa estate trovavano protezione alcuni di loro.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

28 Dic: I rifugiati ambientali, in America, nel 1936

La categoria dei “rifugiati ambientali” genera l’ironia di molti, eppure ne parlava John Steinbeck già ottant’anni fa, riferendosi alle persone che, a causa delle tempeste di sabbia, avevano dovuto abbandonare i campi degli Stati centrali per recarsi in California.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

11 Ott: Al fianco degli ospiti e dei volontari del Baobab

Siamo al fianco dei volontari e dei migranti del Baobab fin dal primo giorno. Dall’inizio di questa esperienza di accoglienza che è stata apprezzata in tutta Europa. Per questo oggi ci è sembrato naturale essere al loro fianco anche in piazza per sostenere le ragioni di chi sta affrontando un’emergenza senza il supporto di alcuna istituzione. Gli sgomberi non sono una soluzione, soprattutto in una fase di emergenza. Ci sarebbe piaciuto vedere anche la Raggi stringere la mano a questi ragazzi. Così non è stato.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

03 Ott: Le morti nel Mediterraneo non sono una triste eventualità

Di fronte a questa quotidiana strage che avviene nel più europeo dei mari, per tradizione e cultura, si registra ancora l’inerzia delle istituzioni europee. Un’inerzia che è causa di morte e che continuerà finché non avremo il coraggio di affrontare la questione con l’approccio e il linguaggio dell’accoglienza e dei diritti, rifiutando di giocare sulla difensiva.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •