accoglienza

#

25 Mar: Le barricate contro i bambini

Rifiutare l’accoglienza fatta bene, sulla base di quote ponderate, facendo ricadere le risorse stanziate in maniera virtuosa e rendicontata sui territori (invece che nelle tasche dei soliti), è poco lungimirante dato che genere distorsioni sull’intero sistema di accoglienza che prima poi tornano indietro, dando ulteriore ossigeno alla cosiddetta “gestione straordinaria”, che troppo spesso ha fatto interessi diversi da quelli delle comunità ospitanti e delle comunità ospitate. Non accettare il confronto nel momento in cui si parla di accoglienza di bambini è, infine, semplicemente disumano.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

20 Mar: Questa volta, Milena, non ti seguiamo proprio

Quest’oggi Milena Gabanelli torna a parlare di accoglienza, riproponendo un modello che non condividiamo, ma soprattutto tessendo le lodi per il cosiddetto “Pacchetto Minniti” che, riprendendo le soluzioni della peggior destra, non risolverà alcun problemi ed esporrà a ulteriori sofferenze le persone in fuga da guerra e persecuzioni.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

14 Mar: Che cosa è maggioritario

C’è un grande dibattito sul maggioritario, forse per via della sua assenza, determinata dalla bocciatura della riforma elettorale (che era proporzionale, eh) che la Corte costituzionale ha rigettato proprio nel suo «cuore», quello del ballottaggio e dell’analogia tra premier e sindaco.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

08 Mar: Scusate, ma noi non ci stiamo

Poniamo che questo papà e questa bambina vogliano venire in Italia. Lo devono fare con mezzi di fortuna, affidandosi a criminali, sottoponendosi a ricatti inaccettabili, pagando cifre esorbitanti, evitando polizie che possono anche essere poco corrette e leali (quando non letteralmente violente), affrontando mare e muri, pernottando all’aperto e spostandosi di notte, nell’ombra. Lo devono fare subendo violenze fisiche e psicologiche quotidiane e rischiando quotidianamente la morte. Lo devono fare vedendo morire i propri compagni di viaggio al loro fianco, col costante timore di essere i prossimi.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

21 Feb: Dalla parte dell’umanità (e contro il “pacchetto Minniti”)

Otto punti con i quali contrasteremo in tutti i luoghi, istituzionali e non, la disumanità e l’inefficacia del «pacchetto Minniti». Partecipa alla nostra campagna: firma l’appello, resta informato, partecipa alla mobilitazione, segnalaci gravi violazioni dei diritti, buone e cattivissime pratiche di accoglienza. Schierati con noi dalla parte dell’umanità.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

17 Feb: Per l’accoglienza fatta bene: ad Avellino approvata all’unanimità la proposta di Possibile

Una settimana fa, con il gruppo consiliare “Si Può”, incontro tra Possibile e SI, abbiamo chiesto e ottenuto – con una mozione votata all’unanimità – che il Consiglio comunale di Avellino deliberasse l’adesione allo Sprar, il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati, un modello di accoglienza positivo che, riconoscendo alla migranza i tratti di un fenomeno strutturale, propone il superamento della logica emergenziale assegnando al protagonismo degli Enti locali l’organizzazione dei servizi integrati dedicati all’accoglienza.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

08 Feb: Il PD e l’immigrazione: tutto e il suo contrario

Questo PD, con dentro tutto e il suo contrario, che dice tutto e il suo contrario ci sconcerta e ci spaventa. Per questo, da tempo, ci siamo messi in cammino per costruire analisi e risposte serie: quelle che il PD non è più in grado di dare. Ne parleremo, insieme ad altri importanti temi, alla nostra Costituente delle Idee a Roma il 24, 25 e 26 febbraio.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

13 Gen: A Sesto Fiorentino tutti lo sanno, tutti sapevano

Il magazzino (ex Aiazzone) che ospitava, a Sesto Fiorentino, più di ottanta immigrati, ieri notte ha preso fuoco e un uomo ha perso la vita. Il fatiscente stabile era stato occupato sin dal 2014. All’Osmannoro, di case come quella, “in via dei matti al numero zero”, ce ne sono molte, troppe. Tutti lo sanno e tutti sapevano quanto avveniva lì dentro.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

13 Gen: Le noccioline di Salvini

Avremmo potuto prendercela direttamente con Matteo Salvini, e ne avremmo tutte le ragioni. Ma preferiamo (come già in passato) rispondere con i dati e i numeri, stando alle “soluzioni che non sono soluzioni” che propone.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •