2016 gennaio

#

30 Gen: L’Europa a 2 velocità è l’opposto di quello che serve

L’idea dell’Europa delle due velocità improvvisamente tirata fuori dal governo e in particolar dal ministro Gentiloni è il tentativo di agganciare una narrazione abdicando al ruolo fondamentale e storico di questo paese di costruire strategie per l’Europa. Peccato che questa narrazione sia tossica per noi.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

28 Gen: Bad bank e dintorni: “la prova muscolare”

Il Presidente del Consiglio è riuscito a mettere in ridicolo il Governo e in difficoltà il Paese in un colpo solo. Ora andrà dalla Merkel e millanterà qualche grandioso accordo, che la Germania non ci ha mai concesso, non fosse altro perché continua invece a considerarci un concorrente, che ha interesse piuttosto a contenere.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

27 Gen: La parità, giorno per giorno

Nell’interrogazione che abbiamo presentato, a prima firma Beatrice Brignone, si legge che «il montepremi a parità di percorso e di costo d’iscrizione nella stessa disciplina e con la medesima difficoltà è differenziato per l’importo premiale tra competizione maschile e femminile; infatti, il primo premio destinato agli uomini è di euro mille mentre per le donne è di euro quattrocento, per chi si aggiudica il secondo posto agli uomini, è destinato un premio pari a euro seicento e alle donne di euro trecento, e così via».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

26 Gen: Bonus ai maggiorenni: Possibile contro le discriminazioni

Il caso era esploso sin da subito: il famigerato bonus da 500 euro per i neomaggiorenni configurava una vera e propria “discriminazione di Stato”, essendo destinato solamente alle ragazze e ai ragazzi aventi cittadinanza italiana o di Paesi membri dell’Unione Europea, e non a coloro che, pur vivendo nel nostro Paese, non hanno ancora la cittadinanza.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

26 Gen: Schengen, l’euro, le persone

L’altra notte sono morti ancora decine di bambini in quel tratto di mare che fa da confine all’Europa. All’Europa, oddio, nel braccio d’acqua che divide la Grecia dalla Turchia, visto che qui ormai ognuno pensa solo per sé. Tra gli stessi flutti, appena qualche mese fa, annegò il piccolo Aylan Kurdi, e le immagini del suo corpicino quasi addormentato sulla spiaggia sembravano aver svegliato le coscienze dell’Unione. Sembravano, appunto.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

25 Gen: Diritti dei morenti: una carta da scrivere insieme

Possibile, con Beatrice Brignone, è in campo per costruire una Carta dei Diritti dei morenti. Partendo dal basso, confrontandoci con chi vive da vicino questa fase: con chi è malato, con chi gli è vicino (perché la malattia coinvolge tutti gli affetti e spesso la famiglia vive un profondo stato di solitudine) e con chi lavora sul campo: medici, infermieri, anestesisti.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

25 Gen: Olimpiadi: Referendum e Authority per garantire i cittadini

Siamo coscienti del fatto che la candidatura di Roma a ospitare le olimpiadi del 2024 possa essere una grande opportunità per la Capitale e per tutto il Paese. Allo stesso tempo siamo coscienti degli enormi investimenti necessari e dei rischi che potrebbero comportare per il bilancio dello Stato queste olimpiadi. Basti pensare a quanto accaduto con i giochi di Atene 2004 e al prezzo che ancora stanno pagando i cittadini greci.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

25 Gen: Dalle piazze arcobaleno alla grande piazza verde per la Cannabis Legale

Nei giorni scorsi abbiamo lanciato online la nostra petizione per la calendarizzazione della proposta di legge per la legalizzazione della cannabis, presentata dall’intergruppo parlamentare. E alle cento piazze arcobaleno proponiamo di scendere nella grande “piazza verde della legalizzazione” per fare di quella petizione una Legge di iniziativa popolare per la Cannabis legale.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

24 Gen: In response to Matteo Renzi’s column

Abbiamo letto con grande attenzione l’editoriale firmato dal Presidente del consiglio che il Guardian ha pubblicato giovedì, e non concordando con l’enfasi con cui Renzi descrive l’operato del suo stesso Governo, abbiamo deciso di inviare alla redazione del Guardian una nostra risposta, che trovate qui di seguito.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
#

22 Gen: La galassia dei diritti è di tutti, difendiamola

Ziggy ci fa sapere che il viaggio è andato bene e che persino “on Mars” hanno il matrimonio egualitario. Solo che loro non lo chiamano matrimonio egualitario, lo chiamano matrimonio e basta. Perché se fosse destinato solo a pochi si chiamerebbe privilegio e questo persino i marziani lo sanno.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •